www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Bouledogue Francese

Bouledogue francese

o “French Bouledogue”


Paese d’origine: Francia
Classificazione F.C.I.: Gruppo 9 - cani da compagnia

Cenni storici ed origini della razza

Molti scrittori  e anche moltissimi esperti sostengono che questa particolare razza sia decisamente autoctona, ossia di stampo francese. È una teoria molto sostenibile a causa della assoluta mancanza di prove storiche. C’è la possibilità, molto credibile per gli studiosi, che la razza derivi da un’altra razza morfologicamente simile, ovvero il “Bulldog Inglese”; questa resta decisamente una ipotesi, ma per molti è ritenuta validissima. Mentre la maggior parte degli esemplari di quest’ultimo in antichità venivano utilizzati per i combattimenti, alcuni altri esemplari vennero incrociati per riuscire a creare un cane amabile e di taglia ridotta per la compagnia, adattissimo per stare nelle case dei nobili e anche nelle botteghe dei macellai. Si sostiene inoltre che sia stato anche un vero e proprio fatto imposto perché, avendo il Bulldog inglese il cranio troppo grosso, le femmine non riuscivano a partorire e quindi si sono svolti vari accoppiamenti con cani di taglia ridotta per cercare di “miniaturizzare” la razza già esistente e crearne una nuova con meno problemi. Questo cane è raffigurato in moltissimi affreschi e dipinti del diciassettesimo e diciottesimo secolo. La razza attualmente non è diffusissima in Europa e in Paesi extraeuropei. È ben allevata in Francia, Olanda e anche in Italia.

Aspetto generale della razza

cane di piccola taglia a pelo raso, dal muso corto. Ha un aspetto intelligente e attivo. Ha una buona muscolatura e una buona dinamicità. Molto ben proporzionato e armonico. Simile per alcuni aspetti morfologici al “Bulldog inglese”, anche se rivela delle differenze molto evidenti, a partire dalla taglia e dai volumi. Espressione intelligente e dolce. Buona la profondità e la larghezza del petto. Possiede la particolarità di portare le orecchie erette, dette “a pipistrello”.

Carattere e cure

razza molto affettuosa e intelligente. E’ una delle razze più adatte per tenere compagnia alla famiglia. E’ una razza abbastanza pigra di natura, come del resto lo è anche il Bulldog inglese. Ama essere accudito e adora l’attenzione del padrone. E’ un incomparabile giocherellone. La razza indicata senza dubbio per stare insieme ai bambini. Passa ore e ore a dormire e adora essere al centro dell’attenzione. E’ una razza che necessita di poche basilari toelettature una volta ogni tanto. non ha molti problemi per quanto riguarda la salute, basta stare attenti alle basse temperature e ai gradi calori.

Standard

Peso:  non devono superare i 14 kg i maschi ed i 13 le femmine
Pesi minimi sono: 8 kg per i maschi e 7 per le femmine.
Tronco: armonico rispetto all’insieme. Di giusta larghezza. L’addome deve essere rilevato all’indietro verso i reni. Il dorso largo e muscoloso. Petto eccezionalmente largo e potente.
Testa e muso: di forma quadrata, molto larga e forte. Cranio quasi piatto con guancia avente i muscoli ben sviluppati.
Tartufo: largo, di colore obbligatoriamente nero. E’ rincagnato e molto corto.
Denti: regolarmente allineati e completi nel numero e nello sviluppo.
Collo: forte e arcuato.
Pelle: ben aderente in tutte le parti del corpo.
Arti: sia i posteriori che gli anteriori devono essere in appiombo con ossatura robusta e sempre ben proporzionata. Devono essere corti e forti. Tollerato un leggero mancinismo anteriore.
Spalla: di giusta lunghezza e posizione. Di buona inclinazione.
Muscolatura: ben sviluppata ed evidente su tutto il corpo, in particolare negli arti posteriori.
Linea superiore: il dorso forma una curva che si eleva verso il punto più alto delle reni.
Orecchie: di media grandezza, larghe alla base e arrotondate alla cima. Portate erette sulla testa, dette “a pipistrello”. Il portamento delle orecchie è una delle particolarità principali che contraddistingue la razza.
Coda: corta, attaccata in basso. La sua forma è detta a “bottone”.
Pelo: di uguale lunghezza in tutto il corpo; sempre liscio, abbondante e corto.
Colori ammessi: il tigrato detto “bringèe” e il bianco con chiazze tigrate detto “caille”.

Difetti più ricorrenti: enognatismo, misure fuori standard, depigmentazione del tartufo, occhio chiaro, orecchio portato male, dorso scorretto, posteriore vaccino, piede aperto, criptorchidismo, monorchidismo, andatura scorretta, vaccinismo, misure fuori standard, mascella deviata, orecchie troppo grandi, muscolatura insufficiente, testa atipica, cane troppo gracile.

A cura di Federico Vinattieri


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 22 May 2019 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali
Disponibili Cuccioli di grande Bovaro Svizzero