www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

EPAGNEUL FRANCAIS


Paese d’origine: Francia

Classificazione F.C.I.: Gruppo 7- cani da ferma

Cenni storici ed origini della razza: discende direttamente dallo “Chien D’oysel”, ormai scomparso. Le origini vanno quindi ricercate nel tredicesimo secolo, periodo in cui era molto apprezzato per la caccia. A causa del successo dei “Setter inglesi” importati in Francia nel diciannovesimo secolo, la razza fu trascurata e messa in disparte. L’Èpagneul français è stato utilizzato dagli allevatori britannici per selezionare i propri cani da ferma. Quando la razza ebbe il suo periodo di depressione e quindi era quasi del tutto scomparsa, fu ricostruita, per merito dell’Abate Fournier, nell’Ottocento.

Aspetto generale della razza: cane di media taglia, mesomorfo mesocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. Cane da ferma continentale polivalente, di lunghezza media. La sua nobiltà, evidente nelle proporzioni armoniose e nella purezza delle linee, si combina con una muscolatura importante, che rivela l’energia e la resistenza proprie all’utilizzo. La sua ossatura è forte senza essere grossolana. La sua lunghezza è di 2,3 cm superiore all’altezza al garrese. Si inscrive in un rettangolo.

Carattere e cure: il suo temperamento è calmo e dolce, coraggioso e socievole allo stesso tempo. È un cane da ferma generico e quindi adatto ad ogni tipo di selvaggina ed a tutti i tipi di terreni. È uno specialista sul beccaccino. L’ambiente ideale per il suo lavoro è costituito dal bosco e dai terreni umidi. Alcuni autori lo hanno definito lento e metodico. Trotta e galoppa mantenendo il tartufo alto, controvento. Ottimo amico e compagno dell’uomo. Molto affettuoso e devoto al padrone. Razza che esige esercizio fisico quotidiano. Bisogna tenere regolarmente pulito e lucido il pelo.

Standard:

Altezza: maschi tra i 55 ed i 61 cm

              femmine tra i 54 ed i 59 cm.

Una tolleranza di 2 cm in più per i soggetti adatti al lavoro.

Tronco: garrese asciutto, ben definito e largo. Dorso e reni leggermente più bassi rispetto al garrese, orizzontali, solidi e rigidi in azione. Groppa larga, arrotondata, nel prolungamento delle reni, senza rilievo osseo evidente. Torace ampio e molto capace. Profilo inferiore del petto ben sagomato.

Testa e muso: portata con fierezza, non pesante, ben scolpita, non eccessivamente asciutta, presenta dei rilievi ben disegnati che rispettano le linee cefaliche della razza. La testa è mediamente lunga e larga. Il cranio ha una lunghezza che varia da 2 a 2,5 cm superiore a quella del muso. Le facce laterali del cranio appaiono quasi parallele. Lo stop è ben marcato, ma senza eccesso. Le labbra superiori sono ben tese ed aderenti.

Tartufo: ben pigmentato, le narici sono ben aperte.

Denti: forti, completi nel numero.

Collo: muscoloso, leggermente arcuato, a tronco di cono ovale, senza giogaia.

Orecchie: ben aderenti alla testa e attaccate un po’ indietro sulla linea dell’occhio. Guarnite di peli ondulati sino all’estremità arrotondata. Tirate in avanti, sfiorano la radice del tartufo.

Occhi: hanno espressione dolce e intelligente. Sono color ambra scuro, abbastanza grandi, di forma generalmente ovali, con palpebre ben provviste di ciglia.

Arti: gli appiombi sono verticali. La lunghezza del braccio è leggermente inferiore a un terzo dell’altezza del garrese; è obliquo rispetto all’orizzontale di quasi 60 gradi. Carpo e metacarpo ben disegnati e asciutti. Piede ovale. Posteriori forti, con cosce larghe e muscolatura possente. Tarso e metatarso abbastanza corti, con ossatura forte, ma non grossolana. Cuscinetti plantari compatti e duri.

Spalla: ben aderente al torace, abbastanza obliqua, di circa 20 gradi sull’asse verticale e di circa 50 gradi sull’asse orizzontale.

Andatura: le varie andature sono sciolte, elastiche, regolari, energiche pur restando eleganti. In movimento gli arti sono ben allineati, senza oscillazioni verticali e laterali esagerate.

Muscolatura: buona.

Coda: arriva fino alla punta del garretto, non è deviata, è attaccata al di sotto della linea superiore, è portata obliquamente e leggermente incurvata a S. piuttosto grossa alla radice. Guarnita di lunghi peli ondulati, che diminuiscono progressivamente verso l’estremità.

Pelle: morbida ed aderente al corpo.

Pelo: lungo e ondulato sulle orecchie, oltrepassa la loro estremità come pure la parte posteriore degli arti e la coda. Piatto, sericeo e folto sul tronco, con qualche ondulazione dietro al collo e sulla parte anteriore-superiore del petto. Raso e fine sulla testa.

Colori ammessi: bianco e marrone con screziatura media, a volte dilaganti, a macchie irregolari, poco o mediamente macchiettato, o macchiettato e roano senza eccesso. Il marrone varia dal cannella al fegato scuro. La stella bianca sulla testa è desiderabile. Tutte le mucose esterne sono marrone senza depigmentazione.

Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, misure fuori standard, convergenza delle linee superiori della testa, testa troppo corta o troppo larga, occhio chiaro, coda deviata, appiombi difettosi, ossatura insufficiente, mancanza di pelo, colori diversi da quelli esposti dallo standard, monorchidismo, criptorchidismo, movimento scorretto.


A cura di Federico Vinattieri




A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 22 Oct 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali