www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

CANE DA FERMA TEDESCO A PELO DURO


Paese d’origine: Germania

Classificazione F.C.I.: Gruppo 7- cani da ferma

Cenni storici ed origini della razza: verso i primi anni del ‘Novecento, alcuni cacciatori tedeschi decisero di creare una razza da ferma che fosse sorprendente per le sue capacità di adattamento su ogni tipo di terreno, con spiccata attitudine alla caccia di qualsiasi tipo di selvaggina, e con un olfatto molto sviluppato. Per giungere a questo risultato vennero utilizzati esemplari di molte razze, tra cui il “Kurzhaar”, il “Pudel-Pointer” e, si dice, anche l’”Airedale Terrier”. Siccome agli inizi, nella nuova razza, non c’era omogeneità, venne costituito, nel 1902, il primo Club, che fissò i principi ai quali avrebbero dovuto uniformarsi gli allevatori e lo Standard. La razza è stata riconosciuta in Germania solo nel 1955. E’ chiamato comunemente da molti solo “Drahthaar”, che deriva da Draht = filo metallico e da Haar = pelo. Attualmente molto diffuso in Germania ed in Austria. Ben allevato anche in Italia.

Aspetto generale della razza: cane di media taglia, mesomorfo dolicocefalo. Classificato morfologicamente come tipo Braccoide. Il suo aspetto è elegante, il cui pelo duro fornisce alla pelle una discreta protezione. Le sue forme assicurano resistenza, forza e velocità. Il complesso delle linee esprime una grande nobiltà. La sua testa è asciutta, la coda è ben portata, e la sua pelle è tesa. È una razza costruita molto bene, armonica. Tipica morfologia del cane da caccia. La lunghezza del tronco e l’altezza al garrese devono essere il più possibile uguali. Le proporzioni adeguate, l’aspetto asciutto, i tendini, le articolazioni, i legamenti, fanno sì che il Drahthaar sia un cane rapido, resistente ed elastico nei movimenti.

Carattere e cure: il suo temperamento è docile e disciplinato. È un cane molto attaccato al suo padrone, ama la vita in famiglia. Sa prendere le difese del proprio padrone in caso di pericolo. Si dimostra quasi sempre riservato e serio, e sembra sottoporre ad accurato esame tutti coloro che lo circondano. Questa razza necessita di cure, deve essere spazzolato almeno 2 o 3 volte alla settimana e strippato nei periodi di muta. Bisogna stare attenti alla pulizia del pelo dopo il lavoro. Esige esercizio quotidiano. Considerato da molti allevatori ed appassionati della razza, un perfetto compagno.

Standard:

Altezza: maschi tra i 60 ed i 67 cm

              femmine tra i 56 ed i 62 cm.

Tronco:  garrese alto, lungo e muscoloso. Torace largo e ben disceso, ben pronunciato nella parte anteriore; lo sterno deve allungarsi il più possibile all’indietro. Costole ben ricurve. Dorso corto, con linea dorsale dritta, che presenta una leggera inclinazione. Le reni sono muscolose. Le anche sono sufficientemente larghe. La groppa è lunga e larga, dolcemente scoscesa, muscolosa. Il ventre rimonta leggermente verso il posteriore, è rilevato. Il fianco è corto e alto. La lunghezza del tronco può superare l’altezza al garrese di 2 cm al massimo.

Testa e muso: è in rapporto alla taglia del cane e al sesso. Muso lungo, largo e forte. Labbra non pendenti.

Tartufo: ampio e scuro.

Denti: forti, completi nel numero. Chiusura a forbice.

Collo: di lunghezza media, ben tornito, dotato di forte muscolatura, ma asciutto.

Orecchie: di grandezza media, attaccate alte e ben separate, non accartocciate.  

Occhi: limpidi, il più possibile scuri, non troppo infossati nelle orbite. Palpebre ben aderenti.

Arti: vigorosi, asciutti. Visti nella loro lunghezza, sono in piombo. L’angolazione degli arti posteriori dà una buona spinta al treno posteriore. La regione metacarpica è leggermente inclinata ed elastica. I piedi sono arrotondati, con dita chiuse. Cuscinetti plantari sufficientemente spessi e compatti. Le braccia sono il più possibile lunghe.

Spalla: ben attaccata e obliqua.

Andatura: disinvolto e sciolto. Abbastanza rapido nei movimenti. Portamento nobile e fiero.

Muscolatura: ben sviluppata in tutto il corpo.

Coda: l’attaccatura è sul prolungamento della linea superiore. Portata il più possibile dritta e orizzontale. Non deve presentarsi troppo grossa. Talvolta, per la caccia, viene adeguatamente accorciata.

Pelle: ben tesa, aderisce al corpo senza formare pieghe.

Pelo: molto duro, coricato e fitto. Pelo di copertura lungo circa 2-4 cm, sottopelo compatto. Deve fornire la migliore protezione possibile contro le intemperie. Sopracciglia marcate e barba folta.

Colori ammessi: marrone con sfumature bianche.

Difetti più ricorrenti: prognatismo, enognatismo, carattere timido e pauroso, pelo troppo morbido, eccessive angolazioni, posteriore debole, misure fuori standard, movimento scorretto, pelle flaccida, deficienza di barba, mancanza di nobiltà nel portamento, testa di luccio, stop troppo marcato, cada portata troppo alta, coda grossa, linfatismo, piedi piatti, femore troppo corto, facile affaticabilità, spinta insufficiente, monorchidismo, criptorchidismo, entropion, ectropion.


A cura di Federico Vinattieri




A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 18 Jan 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali