www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

STEPPENLEMMING

steppenlemming

Nome scientifico:            Lagurus lagurus
Nome tedesco:               Grauer Steppenlemming
Nome inglese:                Steppe lemming
Ordine :                        Rodentia (Nagetiere)
Famiglia:                       Muridae (Mäuseartige)
Sottofamiglia:                 Arvicolinae (Wühlmäuse)
Locazione:                     Ucraina, Nord del Kasachistan, Ovest della Mongolia,   Nordovest della Cina
Taglia :                         8-12cm + 0,7-1,9cm coda
Peso:                            25-35 g
Età media :                    2-3 anni
Maturità sessuale:           4-6 settimane
Tempo di gestazione:        20 giorni
Numero di piccoli per parto :         in natura 8
Comportamento :             socievole, tuttavia in cattività può dimostrarsi territoriale
Attività :                         solitamente notturno
Caratteristiche:                Tendono a soffrire di diabete, attenzione all'alimentazione
Requisiti:                        Semplici da tenere

   
In natura

In natura lo steppenlemming vive nella zona dell'Ucraina e  in Mongolia occidentale, si trova soprattutto nella steppa e nelle zone semi desertiche. Negli ultimi tempi sono aumentati gli avvistamenti anche nelle zone agricole coltivate, per questo non è particolarmente amato dalle popolazioni di questi territori. Questo roditore costruisce delle gallerie e delle tane in superficie che utilizza in caso di pericolo per scappare velocemente, ma le tane vere e proprio si trovano anche a  90 centimetri sottoterra.  La densità demografica ammonta a 30-50 animali all'ettaro. Le femmine partoriscono piu' di 5 volte l'anno con cucciolate anche di 12 piccoli.

In cattività

Lo steppelemming è un animale socievole, può vivere in coppia o in gruppi di 4/6 animali, in questo caso il numero delle femmine deve essere maggiore.
    
Alloggio

Come alloggio si possono utilizzare faunabox, terrario o acquario di grandi dimensioni. Le gabbie per criceti non vanno bene, lo steppenlemming è abile a scappare. Per una coppia potrebbe andare bene come dimensioni di superficie minima 60*40cm.

La gabbia deve contenere:
2  ciotole per il cibo - una per i pellet (vanno bene quelli di ottima qualità  per criceto), la seconda per il cibo fresco, verdura (carote, belga, catalogna...) e miglio. Le ciotole   devono essere di   materiale robusto , è importante che lo Steppenlemming non possa rosicchiarle o mangiarle. Ottime quelle di ceramica.
       
1   beverino: deve essere posizionato in modo tale da essere di facile raggiungimento da parte dell'animale. Si possono comprare i beverini con ventose o beverini da appendere dall'alto del coperchio del faunabox
       
casetta : meglio di materiale lavabile piuttosto che in legno.

Come lettiera si può utlizzare della segatura, infatti amano scavare gallerie e nascondersi.
Alcuni tedeschi consigliano anche l'utlizzo di rami e tronchi per creare dei dislivelli, attenzione a saldarli bene e ad utlizzare solo oggetti sterili!!  Io per farli divertire  metto a dispozioni rotoli di cartigenica, loro si divertono a sotterrarli formando delle gallerie.
    
Alimentazione

Lo Steppenlemming in natura si nutre delle foglie delle piante, delle radici, di muschio , dei semi e dell'erba e non è abituato a cibi che contengono carboidrati semplici. In cattività il  Lemming  dovrebbe essere nutrito quindi oltre ad un'alta porzione di alimenti freschio  (approssimativamente 60-70%) con pelletato per criceti contenenti semini ( meglio non esagerare con i semi di girasole) e miglio/semini per uccellini.
I cibi non devono essere ricchi di zucchero, perchè il lemming è propenso al diabete. Quindi è da evitare la frutta molto zuccherina,  si può dare qualche pezzettino di mela ogni tanto come premietto.
Ogni due settimane è possibile   integrare la dieta dando  una camola della farina.
E' molto importante la vitamina E.

Riproduzione

Lo Steppenlemming è un roditore molto prolifico, infatti diventa maturo sessualmente gia' a poche settimane e per ogni partono nascono molti piccoli. La riproduzione è quindi molto facile. La domanda da porsi è " a chi dare tutti i nuovi nati?" .
Il tempo di gestazione è di 20 giorni circa e dopo il parto la femmina entra di nuovo in calore. E' meglio  evitare  di far fare troppe cucciolate consecutive,altrimenti  si rischia di debilitare la femmina.
I piccoli aprono gli occhi e iniziano ad uscire dal nido dopo i primi 10 giorni, quando iniziera' a comparire anche il primo pelo. Vanno separati dai genitori e divisi per sesso dopo 21 giorni circa dalla nascita, a 4 settimane infatti sono gia' maturi sessualmente.
 
A cura di Francesca Lovaglio

Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali