www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Cavallo dal cuore d'oro

Golden

Era un bellissimo cavallo sauro con la criniera e la coda biondi.Lui è stato il mio primo cavallo e quando me lo portarono via per macellarlo giurai a me stessa che errori del genere nn sarebbero mai più accaduti...Infatti da un lato sono contenta di averlo conosciuto ma da un lato non l' avrei mai portato a casa con me...sapendo che prima o poi ci saremmo separati nel peggiori dei modi.Quando lo vidi per la prima volta non mi piaque subito perchè era altissimo e per me che ero bassa nn andava molto bene.Però mi convinsi e lo comprai.Il giorno dopo uscimmo per fare una passeggiata mi ricordo che lo provai a tutte le andature..era bellissimo..movimenti stupendi..ci stavo bene.Ritornai a casa e quando gli levai la sella mi accorsi che i fianchi facevano strani rumori,ma nn ci feci caso e lo rimisi nella stalla.Io sono del parere che i principianti debbano avere qualcuno che li aiuti all' inizio cosi il novellino può fare esperienza nel campo.Bò io non avevo nessuno che ci capisse qualcosa o che potesse aiutarmi e a pagarne le conseguenze fu proprio il mio cavallo...se fossi stata un esperta nn sarebbe successo..Il giorno dopo trovai il cavallo steso per terra che respirava malissimo,non sapendo cosa fare decisi di chiamare un esperto che mi consigliarono alcuni amici,quando finì di visitarlo mi disse che il cavallo era in condizioni pessime e che avrebbe vissuto per altri sei mesi e fu allora che mi chiese cosa volevo fare se tenerlo fino ad allora oppure abbetterlo sul momento.Io da parte mia decisi di tenerlo non avevo nessuna intenzione di ucciderlo(immaginate i mille pensieri che avavo in quel momento nelle testa).comunque il cavallo in quei mesi nonostante tutto sembrava stare molto meglio infatti lo visitò più volte al mese e gli fecero delle flebo per tirarlo un po' su.I mesi passavano e quasi mi ero dimenticata di quel brutto giorno fino a quando ebbe un' altra ricaduta stavolta molto grave...Si accorsero che aveva delle malattie polmonari croniche e che purtroppo nn ci fu più nulla da fare..in men che nn si dica dovetti ,con lacrime amare, portare il mio cavallo al macello prima che morisse nella stalla.Fu un' esperienza terribile entrare in quei posti e rinchiuderlo lì.Non avevo neanche il coraggio di guardarlo in faccia,lo abbracciai piu volte dicendogli di stare buono,ma lui nitriva come un pazzo aveva capito che lo avevo abbandonato..Quella notte non riuscii nemmeno a dormire e nei mesi seguenti sentivo ancora il rimorso dentro di me.Mi sento tutt' ora in colpa e avrei voluto che finisse in un altro modo.Non dimentichero mai i suoi nitriti disperati ,mi implorava di portarlo via di li.Un anno dopo il responsabile del macello mi disse che aveva i polmoni grandi quanto uno spicchio d' aglio...Ci rimasi proprio di sasso..praticamente la malattia cronica gli aveva ridotto gli organi a niente.Mi disse anche un altra cosa .... disse che la malattia era stata causata da un raffreddore non curato e che se la portava dietro da tantissimi anni ed era già grave quando lo comprai.Da questa esperienza ho capito che si deve sempre visitare un cavallo prima di prenderlo e soprattutto il venditore non deve tenere malattie nascoste..adesso dopo le superiori voglio entrare in medicina veterinaria...immaginatene voi il motivo...


Storia di Golden scritta da Carmen

Notizia stampata il 11 May 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali