www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali
cura e salute
cura e salute
addestramento
addestramento
discipline
discipline
appuntamenti
appuntamenti
notizie
notizie

Fabbisogni nutrizionali del cavallo

Fabbisogno energetico

Il fabbisogno energetico è: la quantità di alimenti indispensabile per la funzione vitale tenendo conto delle perdite subite.
L’energia è fornita da: lipidi e carboidrati

1.    carboidrati:
Si distinguono in base alla complessità delle molecole in:
 - monosaccaridi (glucosio fruttosio e galattosio) direttamente assorbibili
 - disaccaridi (saccarosio lattosio) assorbiti dopo una scissione degli atomi
 - polisaccaridi (amido cellulosa emicellulosa etc) sono assorbiti dopo diversi procedimenti

I carboidrati più complessi come cellulosa, emicellulosa vengono digeriti nel fermentatore

Sono contenuti in: cereali, melasso, polpe di barbabietola essiccate, carrube, foraggi verdi essiccati, mangimi e integratori.

2.    lipidi:
Sono una fonte subito utilizzabile di energia, e bruciati direttamente dai muscoli.
Sono contenuti per esempio negli oli vegetali come olio di mais e di girasole.

Fabbisogno proteico

Le proteine sono essenziali soprattutto nello sviluppo. Assolvono anche importanti funzioni al livello dell’organismo come la costituzione di anticorpi e ormoni.
Le proteine sono formate da amminoacidi che si distinguono in:
 - essenziali
 - non essenziali
Questo significa che alcuni amminoacidi (essenziali) devono essere obbligatoriamente somministrati, altrimenti si andrebbe incontro a diverse patologie, prima fra quali un accrescimento scorretto.
Quindi il fabbisogno proteico è di fondamentale importanza per i puledri che trovano aminoacidi nel latte materno.

Fonti di proteine sono: la farina di estrazione di soia, erba medica e leguminose in genere, latte scremato in  polvere e integratori composti in laboratorio.

Fabbisogno minerale


I sali minerali partecipano ad importantissime funzioni nell’organismo che vanno dall’apparato scheletrico all’apparato muscolare etc.
I minerali vengono assimilati principalmente dalle piante. La quantità di minerali presente nella pianta varia in base al terreno.
Alcuni tra i più importanti sono il calcio e il fosforo. Entrambi hanno ruoli fondamentali all’interno delle ossa e dei denti.
Il rapporto calcio fosforo che, non deve mai allontanarsi da 1,5:1 oppure 2:1, è fondamentale, perché uno scompenso di uno porta ad un mal funzionamento dell’altro. La regolazione del metabolismo calcio fosforo è regolato dalla vitamina d. Per questo, ad esempio nelle fattrici in gestazione, dal settimo mese in poi, si da un apporto di calcio fosforo con appositi integratori e anche olio di fegato di merluzzo, contenente vitamina d, per regolare il metabolismo dei minerali.
Altri minerali sono ad esempio lo zolfo, il sodio, il cloro, il potassio, il rame etc

Come già detto i minerali si trovano nelle piante e nell’erba, ma anche nei cereali e nel lievito di birra.


Fabbisogno vitaminico

Le vitamine sono fondamentali per il cavallo, uno scompenso può portare a gravi patologie.
L’apporto vitaminico dipende da fattori quali: l’età, il sesso, lo stato fisiologico, l’attività svolta, l’esposizione solare etc etc

Le vitamine si distinguono in due gruppi
- liposolubili (a,d2,d3,e,k1,k2,k3) cioè che non si sciolgono nell’acqua e vengono accumulate dall’organismo
- idrosolubili (b1,b2,b6,b12,pp,h) facilmente reperibili e digerite nel fermentatore

Le vitamine sono contenute nei foraggi verdi ed essiccati, in frutta e verdura, nei cereali (soprattutto del gruppo b, le vitamine del gruppo b svolgono un’importante funzione nel ripristino della popolazione batterica), nel lievito di birra (gruppo b). La quantità di vitamine liposolubili a, d ed e contenute nel fieno dipende dal momento della raccolta, dalle condizioni climatiche (la vit. D è strettamente collegata all’irradiazione solare) e al tempo di conservazione.

A cura di Sara Gualandi


Notizia stampata il 27 Nov 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali