www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali
cura e salute
cura e salute
comportamento
comportamento
appuntamenti
appuntamenti
viaggiare
viaggiare
news
news

Viaggiare in treno con il cane

Contrariamente che in auto, dove il proprietario del cane ne cura tutti i particolari, il treno è essenzialmente un mezzo di puro trasporto e naturalmente pochi se non nulli, sono i mezzi messi a disposizione per rendere il viaggio dell’animale il meno stressante possibile. Non esistono aree dedicate per il loro benessere, né tanto meno abbeveratoi.

Sono sconsigliabili lunghi percorsi mentre nella breve e media distanza con alcuni accorgimenti tutto può diventare accettabile.

Bisogna munirsi perciò di una ciotola e di un a bottiglia di acqua per dissetare il cane. L’ambiente dello scompartimento, vuoi d’inverno per il il funzionamento del riscaldamento, vuoi d’estate per l’aria condizionata , crea un ambiente povero di umidità e quindi più frequente deve essere il periodo dell’abbeverata. Non bisogna alimentare l’animale durante il viaggio ma se proprio non se ne può fare a meno è bene utilizzare qualche crocchetta, somministrata più per premio della sua pazienza che per fargli fare un pasto vero e proprio.

Pagando il biglietto (seconda classe ridotto del 50%) sia in prima che seconda calasse si possono tenere sciolti cani di piccola taglia a condizione che il proprietario tenga l’animale sotto stretta sorveglianza (meglio se sulle ginocchia) e che gli altri passeggeri lo consentano e siano d’accordo. In caso contrario devono essere trasportati negli appositi trasportino di misura non superiore a 70x50x30 nel qual caso il viaggio è gratuito.
Per i cani trasportati in contenitori di misura superiore è previsto il pagamento del biglietto di 2^ classe ridotto del 50%.

Per i cani di grossa taglia se si vuole essere tranquilli e non avere problemi di sorta , se il treno è a “scompartimenti” si può noleggiare un intero scompartimento, dove il cane sarà libero di muoversi a suo piacimento sempre però sotto la sorveglianza del padrone. Nei treni ad ambiente unico possono viaggiare utilizzando le piattaforme di sosta o i vestiboli.In alcuni tipi di treno è possibile trasportarli in appositi contenitori, in zone dedicate indicate dal personale delle ferrovie.

Nelle zone a cuccette non è permesso il trasporto degli animali, ammessi invece nelle carrozze letto a condizione che si prenda l’intero compartimento dopo aver pagato una tassa di disinfestazione e per il cane un biglietto di seconda classe ridotto.

I cani guida per non vedenti in accompagnamento al proprietario, possono viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza eccezioni.

Tutti gli animali liberi devono essere muniti di guinzaglio e museruola ma usando tutte le varie attenzioni dovute i piccoli cani in grembo del padrone ne possono essere esentati se tranquilli e non mordaci.

Dott. Gianfranco Pinzone

Notizia stampata il 11 May 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali