www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali
cura e salute
cura e salute
comportamento
comportamento
appuntamenti
appuntamenti
viaggiare
viaggiare
news
news

Cani al parco: 5 errori da evitare

cucciolo-biondo

Prenderti cura del tuo cane è un tuo dovere. Ogni animale domestico, infatti, ha bisogno che il proprio padrone gli riservi particolari attenzioni: la scelta del giusto cibo, le visite periodiche dal veterinario, qualche gioco nuovo di tanto in tanto e degli spazi della casa riservati alle sue cose (ciotola del cibo, ciotola dell’acqua, cuccia, ecc.). Un altro aspetto da non sottovalutare assolutamente sono le uscite: il cane, come anche altri animali domestici (ad esempio il gatto), ha necessità di fare lunghe passeggiate e, quando possibile, di scorrazzare al parco.

Oggi molti parchi mettono a disposizione un’area cani in cui l’animale può ritrovare la sua piena libertà all’aria aperta e socializzare con i suoi simili all’insegna di una giornata di benessere e di divertimento. Ovviamente il parco cela alcuni rischi, ad esempio incrementa la possibilità per l’animale di essere attaccato da parassiti. In questi casi è bene tenere presente che è preferibile rivolgersi ad un esperto, che saprà come togliere le zecche al cane senza rischi per l’animale.

In questo articolo vogliamo lasciarti qualche suggerimento sul corretto comportamento da adottare in un parco per la serenità e la sicurezza tue, del tuo cane e degli altri presenti.

1. Non lasciare a casa museruola e guinzaglio

Il guinzaglio non deve mai essere dimenticato a casa perché il suo uso sul suolo pubblico è obbligatorio, inoltre è fortemente consigliato avere sempre con sé una museruola che potrebbe servire in caso di situazioni pericolose inaspettate. Nelle aree pensate ad hoc per gli amici a quattro zampe si può lasciare libero il proprio cane dal guinzaglio senza cadere in errore.

2. Non liberare un cane che non risponde ai comandi

Ci sono comandi base dati dal proprietario a cui è preferibile che un cane risponda: seduto, fermo, ecc. Questo non significa addestrare il proprio cane, ma semplicemente sentirsi tranquilli di lasciarlo libero, nelle aree indicate, senza incorrere nel rischio che disobbedisca e crei fastidi ad altri animali e ai loro proprietari.

3. Sorvegliare i nuovi incontri

Se all’interno di un parco il tuo cane incontra un nuovo fruitore di quel luogo è meglio che la socializzazione avvenga con prudenza e in tua presenza. Infatti, poiché, l’altro animale avverte come nuovo quello spazio potrebbe interpretare l’avvicinamento del tuo cane come una minaccia: ogni cane ha bisogno di ambientarsi in un contesto che non conosce prima di sentirsi sicuro e fare nuove conoscenze.

4. Non portare assolutamente in un parco un cane in calore

Un cane in calore attira le attenzioni di ogni altro animale della stessa specie presente nei paraggi: in un parco questa situazione innescherebbe un clima sicuramente poco piacevole e sicuro, che potrebbe sfociare, molto probabilmente, in liti e aggressioni tra cani.

5. Non introdurre cibo

Introdurre cibo in un parco, come ad esempio i biscottini di cui il tuo cane è ghiotto, potrebbe non essere una buona idea. Tutti gli altri animali saranno attirati dall’odore di quel cibo e si ammasseranno accanto a te, provocando una sorta di competizione poco sportiva. 
Fondamentale non offrire mai del cibo a un cagnolino di cui non si è proprietari: non conoscendo le sue abitudini alimentari e i suoi eventuali problemi di salute si potrebbero provocare dei danni irreparabili.

In conclusione: è davvero importante comprendere a pieno non solo l’indole del proprio amico a quattro zampe ma anche quello dei suoi simili, soprattutto quando ci troviamo in un ambiente diverso dalla propria casa o il proprio giardino. Non bastano infatti mille accortezze ma è importante organizzarsi per tempo con la giusta “attrezzatura” e il corretto modo di porsi (anche nei confronti degli altri padroni dei cani).



Non solo: è importante anche informarsi magari attraverso il sito del proprio comune, quali e quante aree verdi adibite a parco sono accessibili con animali.  In questo modo sarà possibile “partire organizzati” e sapere eventuali servizi o giochi per animali disponibili, infatti, un altro consiglio che ci sentiamo di darvi è anche di visionare se nelle zone adiacenti i parchi, ci siano eventuali servizi per animali come lavanderie, servizi di toelettatura per cani, spazi per agility dog o servizi di dog sitting o di educatori cinofili a cui affidare l’addestramento del nostro amico a quattro zampe. Insomma, anche in questo caso dovrebbe prevalere sempre il buon senso e una giusta organizzazione.


Notizia stampata il 01 Dec 2022 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali