www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali
cura e salute
cura e salute
addestramento
addestramento
discipline
discipline
appuntamenti
appuntamenti
notizie
notizie

La prima edizione televisiva di Horse Factor si da poco conclusa

Ripercorriamo la diretta. Roma. Ippodromo le Capannelle ore 10.00: parte la prova di salto ostacoli congiudizio di equitation, commentata dal presidente della Lise, la giuria e il parterre diopinionisti e giornalisti in collegamento dagli studi di UNIRE TV di Roma.Presenti in giuria per il salto ostacoli: Nelli Mancinelli, Giovanna Binetti e il docenteche ha preparato I ragazzi di Horse Factor in tutti questi mesi Paolo Valentini.

Mentre i fan e i supporter dei ragazzi iniziano a prendere posto sulle tribune, i ragazzi cominciano il loro riscaldamento in campo prova. Facce tese e concentrate per: Claudio Belardo, Andrea Calogero, Cecilia Calestani, Gianluca Di Paola, DomenicoMartino, Alessia Monarca, Alessandra Quajo, Veronica Roda e Alessia Versino.

Due le manche da superare per accedere alla finalissima. Un percorso di 7 ostacoli con difficoltà progressive a partire da un altezza di 110cm. Qui la bravura e l’esperienza di Andrea Calogero non tarda ad arrivare. Calogeroinfatti trionfa subito, seguito da Alessia Monarca, in sella alla sua Monella che tantole ha portato fortuna a luglio nella prima selezione dei finalisti in cui arrivò prima. Al terzo posto un’inaspettata Alessandra Quajo che tira fuori tutte le sue armi diamazzone effettuando un ottimo percoso, regolare e fluido. Ma già al 4° e al 5° postovediamo fare capolino nella classifica anche Veronica Roda e Domenico Martino, entrambi provenienti dalla monta americana, che stupiscono molto i giurati per le loroprova molto calibrate e grintosa. I giudici iniziano così a compilare le loro schede divalutazione con grande serietà. in particolare i giudici esterni che non conoscendo iragazzi, fanno fioccare voti che in media non superano il 6,5/7.

Guidati dall’istruttore Silvio Maspero, per i nostri ragazzi è il turno della seconda prova della prima manche: il barrel. Qui si distingue un grande Domenico Martino che rispetto ai compagni riesce a non abbattere neanche un barile e ad effettuare una buona prova di tempo. A seguire la collega di barrel Veronica Roda e anche in questo caso la classifica dibarrel viene “contaminata” dalla completista Alessia Monarca e da un agguerittissimo Claudio Belardo, anche lui della monta inglese. La classifica inizia a prendere forma. La giuria composta da Pino Morini, Patrizia Schichitano e Silvio Maspero ha ora l’arduo compito di verificare tutti i tempi delle 9 prove e attribuirgli una votazione numerica dall’1 al 9 per poter avere il punteggio finale, che farà la classifica del barrel, da sommarsi a quella del salto ostacoli edecretare così i 3 finalisti.

I telefonini cominciano a suqillare, il tavolo delle giuria si affolla (fin troppo)… tutti vogliono sapere… La pressione aumenta!!! Genitori, parenti e amici dei ragazzipasseggiano nervosamente Avanti e indietro sulle tribune, il pubblico è in attesa disapere… I ragazzi accaldati e con gli occhi colmi di speranza vogliono sapere…Chi sono i 3 finalisti ?La giuria comunica il verdetto: Veronica Roda, Alessia Monarca e Domenico Martino. Silenzio.
Gioia. Delusione. Qualche lacrima. Sorrisi. Abbracci e complimenti ai 3.Qualcuno continua a saltare dalla felicità, qualcuno meno, ma ora si devericominciare. Non è ancora finita!

Seconda manche della finale. Qui si vince solo sul tempo in 3 prove:barrel, salto ostacoli e corsa al galoppo.Prova di barrel. Parte per prima la piccolo grinotisisssima e concentratissima Veronica. Falsa partenza. Le fotocellule non si sono attivate in tempo. Tutto da rifare. La tensione sale in campo e sugli spalti.A Veronica e soprattutto al suo cavallo viene data la possibilità di rilassarsi un attimo in campo prova, vista la falsa partenza e partire quindi per ultimi. Finisce la prova di barrel proprio con lei, Veronica che con eleganza e grande classe termina il percorso con un tempo di 15,70! Seguita da Domenico Martino, che non ci sta ad essere secondo a nessuno oggi, ma che questa volta esce con 16.04, terza Alessia.

Siamo alla volta del seconda prova. Ancora tutto può accadere nel salto ostacoli. Nel bel mezzo di questa prova arriva dalla giuria un colpo di scena: Andrea Calogero è uno dei finalisti!!! A causa di un errore di calcolo numerico sui punteggi delle schede di valutazione infatti il punteggio dei finalisti prevedeva 3 secondi posti ex equo. Tanto di cappello alla giuria che accortasi dell’errore non tarda nemmeno un minuto a comunicarlo. Calogero che era comunque sportivamente rimasto in campo ad aiutare tutti i suoi compagni, così come tutti gli altri ragazzi, che hanno dimostrato un senso di squadradando un grande esempio da seguire, viene subito avvisato per correre a prepararsi. Lui effettuerà subito a seguire anche la sua prova di barrel.

La prova di salto ostacoli termina con una classifica del tutto inaspettata: ai primi posti due concorrenti del barrel, rispettivamente al 1° e al 2° posto: Veronica Roda e Domenico Martino. Questa per ora é la classifica provvisoria: 1) Veronica Roda 2) Domenico Martino 3) Andrea Calogero 4) Alessia MonarcaMa ancora tutto può succedere.

Non bisogna farsi troppi calcoli perchè la prova di galoppo potrebbe ribaltare nuovamente la classifica finale.
Piccola pausa quindi per i ragazzi che devono prepararsi bene per la prova serale, che sarà molto impegnativa perchè dovranno correre su dei purosangue professionisti che conosceranno di fatto solo pochi minuti prima di correre sulla pista per 1200 metri, fino al loro tanto sudato traguardo finale!

Ore 17.30. Dopo essere stati pesati assieme all’handicapper dell’Ippodormo si va tutti al tondino per conoscere i purosangue. I ragazzi entrano un po’ curiosi e un po’intimoriti. In sottofondo si sentono le altre corse che si stanno disputando sulla pista e racconti più o meno rassicuranti sulle corse aleggiano nell’aria. Facce quindi non tese, di più!
Nel frattempo sfilano davanti a loro diversi magnifici purosangue con i loro numerisui sottosella. I ragazzi, tutti con il punto di domanda sul viso: quale sarà il mio cavallo vincente??? “Stanno per arrivare” dice l’allenatore Marco Oppo che con grande disponibilità e professionalità ha selezionato i 4 purosangue più “giusti” per i nostri ragazzi, grazie alla gentile concessione delle scuderie Favero, Camici ed Oppo. A queste parole tutti e 4 i ragazzi allora corrono in bagno… La fifa c’è. Ma la voglia di vincere però prevale su tutto! Dopo un breve briefing con l’allenatore e la rassicurazione dei loro docenti, sempre presenti, i ragazzi occhi e orecchie spalancati dopo aver appreso i simpatici nomi dei loro compagni di corsa (Raimi, Ramkini, Non me lo ricordo e Smania di vincere) montano in sella, cercando di trovare il giusto feeling con il loro compagno di corsa e il nuovo assetto.

Ci siamo. Tutti in pista. Partenza. La corsa viene commentata in diretta dal mitico Celli e assume immediatamente il sapore di una “corsa vera”. I ragazzi subito si immedesimano nel ruolo: i primi metri cercano di stare appaiati urlando “olaaa, olaa”, ma poi parte l’urlo ”pistaaaaaa” (che il pubblico naturalmente non udirà mai) e il galoppo si apre per tutti, regalandoci una corsa davvero incredibile, fatta di testa a testa e rush finale fra le urla di incitazione di tutto il pubblico. Che grande emozione!!!

Taglia il traguardo per prima Alessia Monarca, seguita da Domenico Martino, Veronica Roda e Andrea Calogero.

I giochi sono fatti: il vincitore assoluto di Horse Factor è la piccola “tigre” Veronica Roda che sarà testimonial UNIRE per un anno, secondo classificato il cavaliere “senza corona” Domenico Martino, terza classificata la “Candy Candy con gli attributi” Alessia Monarca.

Nella splendida Sala Peso, Emanuele Anchisi, presidente LISE, premia innanzitutto i “veri vincitori” di Horse factor: i docenti Paolo Valentini e Silvio Maspero e poi tutti e 9 i ragazzi con coppe, coccarde dello CSEN (Ente di promozione sportiva nazionale), sottosella sponsorizzati.

I 3 finalisti riceveranno 1 stage con Rodrigo Pessoa, 1 stage con Mario Sbrana, 1 viaggio per due persone e una sella della selleria Giannetti.
Quindi tutti di sopra, nell’elegante Club House delle Capanelle, per festeggiare.

Al prossimo appuntamento!

Fonte: Antonella Corti


Notizia stampata il 19 Jan 2021 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali