www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali
cura e salute
cura e salute
comportamento
comportamento
appuntamenti
appuntamenti
viaggiare
viaggiare
news
news

Accoppiare o sterilizzare

Molte volte si ci chiede se AVERE I CUCCIOLI alla propria cagna o STERILIZZARE...a volte però bisogna mettere prima la testa davanti i propri desideri ed iniziamo con una riflessione che si trova oggi in molti siti internet tra cui quello dell'AIDA (associazione italiana difesa animali & ambiente) dal quale proviene il testo intero:

"Cosa succederebbe se, come da molti ritenuto necessario, ogni cagna o gatta avesse almeno una volta nella vita una cucciolata?
Qui serve la matematica.
Ogni animale “produrrebbe” una media di circa sei cuccioli, considerando che a volte sono solo due o tre, ma molto spesso, soprattutto nei cani grossi, le cucciolate sono anche di dieci individui.
Se la metà sono femmine (tre) anche queste, nel giro di un paio di anni, avranno messo al mondo altri diciotto cuccioli.
Dopo altri due anni anche le nove giovani cagne/gatte avranno sfornato 54 nuovi animaletti.
Passano altri due anni e i proprietari ritengono che sia ormai ora anche che le 27 cagne/gatte della terza generazione abbiano i loro bei cucciolini abbaianti/miagolanti: ecco che 162 pallette di pelo vedono la luce.
Ancora altri due anni: 81 cagne/gatte hanno prodotto 486 cani/gatti che cercano un nuovo proprietario.
Sono passati a questo punto solo dieci anni dal primo della serie dei parti.
In questo calcolo nessuna delle mamme pelose ha prodotto più di una cucciolata, ma nonostante ciò la cifra totale degli animali si è quasi cinquecentuplicata. Siete sicuri che sia così facile trovare tutte queste persone desiderose di adottare questi animali?
Se esistessero così tante persone che vogliono adottare un animale come mai nei rifugi che raccolgono randagi ogni anno il numero dei cani e gatti ricoverati continua a crescere e non cala mai?
In Italia si calcolano 150.000 nuovi cani abbandonati ogni anno.
Nessuno sa quanti sono i gatti, ma probabilmente almeno tre volte (450.000) rispetto al numero dei cani.
Tenete presente che non è affatto vero che un parto prevenga tumori mammari o problemi all’utero (come si sosteneva alcuni anni fa): l’unico metodo veramente sicuro di prevenzione delle neoplasie mammarie è la sterilizzazione precoce dell’animale.
SIETE ANCORA DEL PARERE CHE OGNI CAGNA O GATTA DEBBA FARE I CUCCIOLI ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA?"

Questi sono solo alcuni dati…ma la riflessione deve andare oltre…iniziamo parlando dei cani non di razza, ovvio che le cose vanno ritenute in considerazione per tutti. Iniziano, la prima cosa sicuramente è:
-una cagna può fare anche 10 cuccioli, sapremo a chi darli? Non sistemazioni sporadiche ma una casa sicura dove si è sicuri che non saranno mai abbandonati e che abbiamo tutto ciò che necessitano?

Ci siamo guardati intorno prima? In questa società, in questo contesto è davvero così giusto far avere cuccioli? Con centinaia e migliaia di cani tra randagi e abbandonati, se uno trovasse veramente una decina di persone disposte ad adottare un cucciolo anche non di razza, non sarebbe più giusto, prenderli e portarli al canile più vicini, per salvarne uno a cui gente infame ha negato una possibilità di vita dignitosa?

Inoltre anche qui ci sono dei miti da sfatare:
- non è vero che le cagne soffrono a non avere cuccioli, per loro è un puro istinto riproduttivo e un istinto di maternità
- non è vero che bisogna far una cucciolata prima della sterilizzazione, non aiuta e non previene nulla
Inoltre per le cagne femmine la sterilizzazione è molto importante, infatti almeno che non si riproducano costantemente ed è impossibile, allora al 70% la sterilizzazione previene neoplasie, carcinomi e piometre…e la percentuale sale al 90% se effettuata prima del primo calore. Patologie presenti molto frequentemente nelle cagnoline, specialmente dai 5 anni in su. Per una prevenzione totale è bene l’asportazione dell’utero e delle ovaie, non più invasivo di altri interventi.

Quanto ai cani di razza, avere due cani di razza non basta per dire di volerli riprodurre, per prima cosa bisogna prendere in considerazione quanto detto sopra e poi grava anche la vera selezione della razza, certo per noi il nostro cane sarà il migliore e più bello del mondo, ma bisogna tenere in considerazione anche lo standard fisico, caratteriale, il fatto che non ci siano malattie ereditarie…e per avere tutto questo ci vuole il pedigree ma non solo, una conoscenza degli avi dei nostri cani (ci sono molti pedigree che equivalgono a carta straccia). Solo allora si potrà pensare ad una riproduzione dei propri cani.


Notizia stampata il 26 Nov 2020 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali
Promuoviti con i coupon