www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Ghiandaia

ghiandaia

(Garrulus glandarius)

Uccello di circa 35 cm della Famiglia dei Corvidae.

Presente in quasi tutto il continente Europeo; preferisce boschi cedui e parchi. Notare il groppone bianco e la caratteristica silhouette dal debole volo e dalle grandi ali battute leggermente. Ha l’abitudine di sollevare la piccola cresta che conferisce al capo una forma squadrata. Molto irrequieta, è sempre in movimento. Muove spesso la coda in su e in giù. In genere è solitaria, ma d’inverno a volte si vede in stormi. È di sovente infastidita dagli altri uccelli. Assai rumorosa, la sua voce è uno “skaak” poco melodico.

Di questo uccello esiste anche la varietà siberiana (Perisorus infaustus) di circa 28 cm. Abbastanza frequente, è visibile nella zone della Scandinavia; è quasi esclusivamente confinata nei boschi di conifere dell’estremo settentrione. Benché somigli alla Ghiandaia come corporatura, se ne distingue per la coda più lunga, per il becco più debole e per il colore rosso-bruno e grigio-marrone dell’abito. Il colore rossiccio del groppone, della coda e delle remiganti primarie è assai evidente in aria. La silhouette di volo è simile a quella della Ghiandaia, ma ha coda molto più lunga e rastremata. Mente cerca il cibo sugli alberi, i suoi movimenti assomigliano a quelli della Cinciallegra. La voce è un sonoro, nasale “pii-ac”.

By Federico Vinattieri

Notizia stampata il 24 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali