www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

PADDA

padda

nome scientifico: Padda oryzivora (oppure Lonchura oryzivora)

Descrizione generale

I padda sono simpatici uccellini appartenenti alla famiglia degli estrildidi, di dimensioni intorno ai 13/15 cm, originari delle isole Java in Indonesia. Nella forma ancestrale presentano testa e coda neri, guance bianche e il resto del piumaggio grigio. L’anello perioftalmico è rosso mentre il becco è rosa con punte rossicce e le zampe carnicine. I maschi e le femmine sono quasi identici nell'apparenza, ma esistono diverse caratteristiche che permettono di distinguere il maschio dalla femmina. Come la maggior parte dei membri della famiglia dei Lonchura, i maschi cantano ed effettuano piccoli balletti. Il maschio, inoltre, presenta sulla parte superiore del becco un piccolo rigonfiamento e il colore alle estremità del becco è di un rosso più profondo. Si dice che anche l'anello perioftalmico sia di un colore rosso più intenso ma quello del becco è più facile da osservare. Le differenze fisiche sono maggiormente visibili in un grande gruppo di uccelli piuttosto che in pochi esemplari.            Malgrado la loro grande taglia (per essere estrildidi) e il becco massiccio, i padda sono uccelli pacifici, tuttavia è opportuno evitare di alloggiarli con volatili più piccoli.

Alimentazione

Per la dieta dei padda in cattività è preferibile optare per una buona miscela di semi per cocorite (una miscela standard per le cocorite che contiene miglio, scagliola e avena decorticata) piuttosto che una miscela di semi per esotici, poiché la miscela di semi per cocorite contiene una maggiore percentuale di avena decorticata e miglio grande, molto apprezzati dai padda. La miscela deve essere integrata da frutta e verdura da offrire giornalmente: mela, pera, insalate varie (lattuga, tarassaco, radicchio…), mais, spinaci, carote…

Oltre alla miscela nella gabbia non devono mai mancare osso di seppia e/o una mattonella di sali minerali e un sifone con dell’acqua fresca.

Una volta a settimana può essere messo a disposizione in una mangiatoia a parte del pastoncino all’uovo, un biscotto specifico per esotici, una spiga di panico, semi germinati, delle fettine di uovo sodo e del riso bollito (e sgocciolat), in natura molto gradito dai padda.

Alloggio

Una gabbia rettangolare di dimensioni minime 50 x 40 x 40 è l’alloggio ottimale per una coppia di padda.

Riproduzione

I padda raggiungono la maturità sessuale intorno all’anno di età. Il nido da mettere a diposizione è quello del tipo a cassetta di legno con frontale semiaperto di dimensioni 15/15/18 cm. I padda inoltre hanno bisogno di materiale con cui imbottire il nido. Possono essere messi nella gabbia a disposizione della coppia: fili di iuta, striscioline di cotone, erba fresca, paglia, fieno, rametti di salice, fibre di sisal e di noce di cocco…da evitare l’ovatta. La femmina depone da 4 a 8 uova che cova per 13/15 giorni circa. I piccoli completano lo svezzamento a circa quattro settimane ma vengono nutriti dai genitori per altre due settimane. Appena raggiungono l’indipendenza è opportuno separarl dai genitori che potrebbero diventare aggressivi nel caso stessero preparando una nuova covata. E’ consigliabile non far riprodurre gli stessi padda per più di tre volte all’anno per non debilitare i riproduttori.


Scheda by Aury nel forum
Foto by Spacecowboy nel forum


Notizia stampata il 20 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali