www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

AQUILA CALVA

Aquila Calva

Nome comune: Aquila Calva
Classe: Uccelli
Ordine: Falconiformi
Famiglia: Accipitridi
Peso: maschi 3.5 - 4 kg (8-9 libbre), femmine 4.5 - 6 kg (10-14 libbre)
Temperatura corporea: 38.8°C (102° Fahrenheit)

Descrizione: Sia gli adulti maschi che le femmine hanno corporatura marrone solida e grande, la testa, il collo e la coda bianchi, zampe e becco gialli. Il piumaggio delle aquile calve giovani è una miscela di marrone e di bianco. Le piume dell'adulto si sviluppano quando è sessualmente maturo, ovvero a circa 4 o 5 anni.

Becco: Il gancio che si trova sulla punta del becco è utilizzato per strappare la carne delle prede. Dietro il gancio, la mandibola superiore, insieme alla parte inferiore del becco, genera un effetto forbice, efficacie nell'affettamento della pelle più dura. Il becco dell'aquila calva è un'arma forte, ma è anche abbastanza delicato per governare le piume del compagno o alimentare i pulcini con piccoli pezzetti di carne. Il becco di un'aquila femmina è più profondo (distanza fra la parte superiore e il mento) rispetto al becco di un maschio. Il becco si sviluppa continuamente, perché è fatto da cheratina, la stessa sostanza dei nostri capelli e delle unghie.

Longevità: fino a 30 anni in natura, più lungo in cattività

Voce: Striduli e acuti sono gli aggettivi comuni usati per i vocalizzi dell'aquila calva. Le aquile non hanno cavi vocali. Il suono è prodotto nella siringe. I richiami dell'aquila calva spesso fungono da richiamo tra il maschio e la femmina o servono per avvertire altre aquile e predatori che una zona è difesa.

L'aquila calva è il simbolo degli Stati Uniti d'Amerca. Esistono due sottospecie di aquila calva. L'aquila calva "del sud",Haliaeetus leucocephalus leucocephalus, che si trova negli Stati Uniti del sud, dal Texas e dalla California alla Carolina del Sud e alla Florida, e l'aquila calva "nordica", Haliaeetus leucocephalus alascanus, che si osserva frequentemente negli stati del nord. Il più grande numero di aquile calve nordiche è nel nord-ovest, particolarmente nell'Alaska. L'aquila calva "nordica" è un po' più grande dell'aquila calva "del sud".

Alimentazione: Le aquile risiedono al vertice della catena alimentare, per questo motivo sono più vulnerabili ai prodotti chimici tossici dell'ambiente.  A causa della loro corporatura hanno pochi nemici e necessitano di una vasta zona del territorio dove cercare cibo. L'aquila calva è un membro del gruppo delle aquila del mare. I suoi parenti più vicini, simili nell'apparenza e nelle abitudini, si trovano in Africa ed in Asia. Anche se sono mangiatori di pesci, cacciano qualsiasi preda disponibile. Le aquile calve che vivono lungo il litorale, sui laghi e sui fiumi importanti si alimentano pricipalmente di pesci. Pescano sia in acqua salata che in acqua dolce. Un'aquila una volta puntato un pesce che nuota o che galleggia vicino alla superficie dell'acqua, si avvicina alla relativa preda con una picchiata poco profonda e strappa i pesci dall'acqua con un movimento rapido dei propri artigli. Se un'aquila viene trascinata nell'acqua da un pesce troppo grosso e pesante per essere afferrato dall'aquila, accade perché l'aquila ha fame e rifiuta di liberarlo. Un'aquila potrebbe annegare durante l'incontro con i pesci o se non riesce a nuotare abbastanza lontano per raggiungere il puntello. Le aquile calve sono forti nuotatrici, ma se l'acqua è molto fredda, potrebbero morire per ipotermia. E' stato stimato che solo un attacco su diciotto si conclude a favore dell'aquila.  A causa dell'elevata quantità di energia consumata durante la caccia, le aquile calve spendono molto del loro tempo a riposarsi tranquillamente.

Riproduzione: Le aquile calve costruiscono i loro nidi, a forma di scodella, in grandi alberi vicino ai fiumi o ai litorali. Un nido tipico è  intorno 5 piedi di diametro. Le aquile usano spesso lo stesso nido anno dopo anno. Nel corso degli anni, alcuni nidi diventano enormi, fino a 9 piedi di diametro, pesanti due tonnellate.Il nido può essere costruito su di un albero, su una scogliera, o persino sulla terra se non ci sono altre opzioni disponibili. Un'aquila raggiunge la maturità sessuale a circa quattro o cinque anni. A quel tempo, le energie dell'aquila sono concentrate sullo sforzo di individuazione del compagno e di innalzamento della prole. Una coppia di aquile calve resta insieme per la vita, ma quando una di esse muore, il superstite non esiterà ad accettare un nuovo compagno. Durantela stagione dell'allevamento, entrambi gli uccelli proteggono il nido da altre aquile e predatori. La stagione dell' accoppiamento  varia notevolmente da regione a regione. Nel sud può durare da fine settembre a novembre, mentre nelle pianure grandi e nell'ovest delle montagne, può durare da gennaio a marzo. Nell'Alaska dura da fine marzo a inizio d'aprile.                                                                                                                       Le aquile depongono da una a cinque uova. Cinque-dieci giorni dopo un accoppiamento riuscito, la femmina depone un uovo colorato grigiastro o giallo cuoio macchiato (della grandezza circa dell'uovo di un oca). Il secondo uovo è fatto alcuni giorni dopo, seguito da un possibile terzo. I 35 giorni di incubazione sono condivisi sia dal maschio che dalla femmina, ma è la femmina che spende la maggior parte del suo tempo sul nido. Durante l'incubazione, l'aquila calva maschio porta regolarmente dei germogli verdi dei rami della conifera al nido. Perchè faccia questo nessuno lo sa, ma potrebbe essere per rinfrescare e deodorare il nido. Durante l'incubazione, un genitore è sempre sul nido, per mantenere non soltanto al caldo le uova  ma per proteggerle dagli scoiattoli e da altri predatori.   Alla schiusa delle uova in genere sono due i pulcini che sopravviveranno, ma il pulcino più grande non di rado uccide quello più piccolo, soprattutto se il più vecchio è una femmina, poichè le femmine sono sempre più grandi dei maschi. Le aquile alimentano i loro pulli tagliuzzando le parti di carne dalla preda con i loro becchi. La femmina persuade delicatamente il suo pulcino per prendere un pezzetto di carne dal suo becco. I piccoli si sviluppano velocemente. A circa due settimane per loro è possibile tenere la testa in su per alimentarsi. Entro tre settimane sono quasi completamente formati.

Si ringrazia Chiara "alias Aury"
per aver realizzato la scheda dell'aquila calva.

Notizia stampata il 18 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali