www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Anatra muta

Anatra muta

Nome scientifico: Cairina moschata

Ordine: Anseriformi

Famiglia: Anatidi

Origine: E’una specie originaria dell’America meridionale. E’ stata importata in Europa nel XVI secolo già nella sua forma domestica.

Habitat: Vive nelle acque dolci, stagni, paludi e torrenti. Contrariamente alle altre anatre, è meno legata all’acqua ed è perciò facile osservarla anche nei periodi di estrema aridità dei corsi d’acqua o sulla terraferma.

Caratteristiche: E’ una grossa anatra dal corpo tozzo e zampe robuste. La forma selvatica presenta una colorazione verde-bronzea. In Italia è maggiormente diffusa la varietà domestica dal tipico piumaggio bianco e nero pezzato con le penne nere dotate di un   riflesso verde-metallico. Si possono osservare però anche varietà completamente candide.La pelle della testa è nuda, rossa e forma una sorta di mascherina intorno agli  occhi. Il becco è di colore rosato e le zampe  sono palmate e di colore arancione. E’ dotata di una grossa coda rotondeggiante che agita spesso mentre cammina.

Alimentazione: Si nutre di  vegetali, piccoli molluschi e vermi. Le anatre mute che vivono in ambienti urbani come ville, giardini o torrenti possono anche raccogliere  briciole di  pane offerto dai cittadini.

Comportamento: Il nome deriva dal fatto che si tratta di un’anatra afona; soltanto il maschio riesce ad emettere saltuariamente una sorta di soffio. E’ una buona volatrice ma preferisce nuotare o spostarsi lentamente sul terreno.

A cura di Marina De Mattia


Notizia stampata il 24 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali