www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Puzzola americana

Puzzola americana

O SHUNK
Classe: mammiferi,
Ordine: Carnivori,
Famiglia: Mephitidae,
Specie: Mephitis mephitis (moffetta comune) o puzzola americana.

Il nome originale di questo simpatico carnivoro è "skunk": imparentato zoologicamente con il furetto ma sensibilmente più grosso, in Italia è conosciuta con il nome di puzzola o moffetta.A volte le puzzole vengono associate, per la loro caratteristica di emanare odori sgradevoli dalla ghiandola perianale, al furetto (Mustela putorius) detto anche puzzola europea, questa specie appartiene però alla famiglia dei mustelidi.

Caratteristiche Fisiche:

Peso: Il peso si aggira intorno ai 1,4 - 6,6 Kg ,ma dipende dall'età e dall'accumulo di grasso sottocutaneo
Lunghezza totale dei maschi: 680 mm coda: 250 mm altezza al garrese 90 mm
Lunghezza totale delle femmine: 610 mm coda: 225 mm altezza al garrese 65 mm
Inotre le moffette possono subire delle importanti variazioni di peso ( da mezzo kg a un kg), durante l'anno. In genere il peso dovrebbe aggirarsi tra 2,5 ai 5,5 kg. Il peso tende ad aumentare durante la stagione estiva e autunnale e diminuire durante la stagione invernale. La Moffetta comune, ha le dimensioni di un gatto domestico, con una testa piccola, piccole orecchie, delle zampette corte e una coda lunga e lanuginosa. Gli occhi sono piccoli, il muso è leggermente allungato. Le zampe sono corte ed ogni piede ha cinque dita, le dita anteriori sono munite di forti unghie. Sono facilmente riconoscibili dal colore del mantello caratteristico di questa specie: la pelliccia è nera con una banda bianca che comincia come figura triangolare sulla parte superiore della testa, si divide sul corpo correndo lungo i fianchi per poi rifondersi nuovamente vicino alla base della coda. Un'altra sottile banda bianca parte dalla fronte fino al naso. La larghezza e la lunghezza delle bande variano in base alla specie. Le bande a volte si fondono già dalla base della coda. La pelliccia puà comunque variare moltissimo; dal beige, al crema, al nero, con due, quattro o sei strisce bianche laterali che si congiungono a livello del collo e proseguono come una sola sulla testa. La coda ha anch'essa delle strisce bianche sui lati, alcune hanno la punta della coda nera, le strisce interrotte, altre ancora sono bianche con le strisce nere, altre ancora sono albine e hanno gli occhi rossi. Il pelo è lungo e molto folto, setoso, con una consistenza quasi oleosa per l'eccesso di sebo che serve alle moffette per proteggersi durante l'inverno. Le zampe provviste di cinque dita sono da plantigrado, cioè quando cammina poggia tutta la pianta del piede. Gli artigli sono più lunghi sulle zampe anteriori per aiutarla nello scavare. Il cranio è diverso da quello degli altri carnivori in quanto possiede soltanto un molare da ogni lato della mascella e due da ogni lato della mandibola. I molari superiori hanno una figura quadrata caratteristica.La formula dentaria è 3/3 1/1 3/3 di 1/2.

Il maschio e la femmina sono simili come dimensione, solo che la femmina è leggermente più piccola.

Come tenerla:

Cominciamo col dire che non è ne un cane ne un gatto...Sono timidissimi e si spaventano facilmente. L'idea della gabbia direi che si può scartare ma è sicuramente necessario limitare la sua libertà notturni, quindi priva di controllo, in uno spazio limitato. Io di notte la chiudo in bagno, da cui ho eliminato tutti i rischi di ingestione pericolosa. Di giorno può girare libera sotto il vostro CONTROLLO (tipo furetto). Per le emergenze è meglio avere una gabbia dove sistemarlo oppure un trasportino in cui poterla chiudere (magari con la coperta in cui dorme). Nell'angolo più nascosto del bagno ho piazzato una casetta di stoffa per gatti (lavabile)...tipo tenda. Dentro le ho messo un pail....lei, se si sente minacciata corre in tana!!! Per i bisogni, io uno una cassetta da gatto chiusa (tipo trasportino) con sabbia da gatto. Non preoccupatevi se ogni tanto sporca in giro...o fanno. Se è giovane potete usare della carta assorbente invece che la sabbietta....così non rischiate "ingestioni" oppure o spargimento totale ( se non capiscono la finalità, potrebbero scambiarla per terreno da scavare ...e loro adorano scavare!!!! La moffetta è un animale che ha bisogno di cure continue, specialmente se non ci sono altre moffette in casa; occorre tagliargli le unghie se sono troppo lunghe, pulire le orecchie, controllare che i denti non abbiano il tartaro in eccesso. Ama giocare con gli stracci e con voi... Magari dovrete avere pazienza perchè ribadisco sono timide e paurose. Attenzione alle fughe: sono bravissime a trovare spazi impensabili per scappare... Perderle è facile e ritrovare quasi impossibile.

A cura di Cascina Myriam


Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali