www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Pesce Gatto

pesce gatto

Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Actinopterygii
Ordine: Siluriformes
Famiglia: Ictaluridae
Genere: Ameiurus
Specie: Ameiurus melas

Il Pesce Gatto o barbona, è un Pesce d'acqua dolce della famiglia delle Ictaluridae / Siluriformes con sembianze molto simili al siluro ma con dimensioni notevolmente ridotte (raramente supera i 30 cm per un peso di 260 g ma può arrivare fino a 2,5 kg per 60 cm di lunghezza).
Ne esistono circa 2200 specie , raggruppate 31 famiglie, di pesci gatto che vivono nelle acque dolci in tutti i continenti (escusi chiaramente Artide e Antartide). Le loro proporzioni variano da qualche decina di centimetro fino a enormi esemplari di anche 40 kg. Il tratto comune che ha dato loro il nome è la presenza di "baffi", detti barbigli, ai lati della bocca. Hanno una lunga pinna anale, una sola pinna adiposa tra la pinna caudale e dorsale, privi si scaglie e una testa piatta.
Le origini sono Nord Americane e in Italia è presente in alcune zone della campagna veneta e in quantità decisamente minori nelle regioni centrali. Vivono in quasi tutte le condizioni, dalle acque fresche, pulite e rapide dei torrenti ai laghi paludosi e quasi privi di ossigenazione. Esistono specie che vivono nelle profondità dei laghi e che sono stati scoperti solo grazie a perforazioni. Ne sono esempio i pesci del genere Satan che sono stati rinvenuti a 300m di profondita in un lago del Texas e non furono trovati in nessun altro luogo.
Ha una dieta molto varia: si ciba di invertebrati, pesci e loro uova, rane, girini e a volte vegetali. Ha un comportamento prevalentemente notturno ma è attivo pure nel primo mattino e nel tardo pomeriggio.

Morfologia


Il pesce gatto ha un corpo allungato a sezione tonda nella porzione anteriore, più compressa lateralmente invece nella parte posteriore; testa molto grossa ed appiattita con ampia bocca munita di denti conici e 4 paia di barbigli: un paio molto lungo a lato della bocca, 2 paia più ridotte nella zona mandibolare e un altro paio presso i fori nasali. Il primo raggio della pinna dorsale e delle due pettorali è acuminato; pelle priva di scaglie, colorazione grigio-nera-marrone sul dorso e bianco-gialla-avorio sul ventre.

Molti di questi pesci si nutrono dei rifiuti che trovano sul fondo del loro habitat, altri mangiano pesci di fondo o vegetali come muschio che raschiano dalle roccie con i denti. Alcune specie di grossa taglia sono voraci cacciatori in grado di inghiottire grosse prede in un colpo. Ne è un esempio il siluro europeo che raagginge e supera i 3m di lunghezza, questo oltre a mangiare pesci si nutre anche di uccelli acquatici.

Raggiunge la maturità sessuale ai 2 anni di vita, l'accoppiamento avviene nei mesi di Marzo Aprile fino a Giugno, il corteggiamento consiste in forti testate fra il maschio e la femmina, è quest'ultima a scavare la buca destinata alle uova ma è compito di entrambi custodirle fino alla schiusa che avviene dopo una decina di giorni. depone le uova nei mesi di Giugno-Luglio alla temperatura di 18-20° C.

Riproduzione

Questi pesci hanno cura delle loro uova e dunque ne depongono meno di altre specie di pesci; avendo poi cura delle uova ne riducono notevolmete la mortalità. La maggior parte dei pesci gatto di mare usa la bocca come incubatrice. I pesci gatto di acqua dolce si limitano a controllare le uova, scavano fosse dove deporre e dopo essersi sfregati con i barbigli la femmina depone un mucchietta di uova appiccicose. A partire da quel momento almeno uno dei genitori si prenderà cura delle uova deposte. Quanto il pesciolino nasce è circa 6-7mm di colore giallo-trasparente.

Fonte Wikipedia

Notizia stampata il 22 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali