www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Grongo

grongo

Il corpo del grongo è allungato e robusto. Il maschio non supera il metro di lunghezza, mentre la femmina può raggiungere i tre metri e pesare più di 40 kg. La bocca è larga e si estende fino al centro dell'occhio. La mascella inferiore è leggermente più corta di quella superiore, i denti sono corti, appuntiti e robusti. La pelle è liscia e ricoperta di muco. L'apertura branchiale è grande e nella parte inferiore raggiunge il ventre. Ha pinna pettorale, una dorsale e una pinna ventrale. Il dorso è uniformemente grigio scuro, mentre la pancia è chiara.

Il Grongo è carnivoro e si nutre di piccoli pesci che normalmente stanno a contatto del fondo, di grossi crostacei (aragoste) e piovre che caccia prevalentemente di notte. La riproduzione avviene in estate inoltrata in acque di media profondità, comunque al di sopra di fondi abissali fra i tremila e i quattromila metri. Le sue potenti mascelle ne fanno un temibile carnivoro. Sembra che le femmine, attacchino i maschi nettamente più piccoli.

Sembra che i gronghi si riproducano solamente in luoghi ben precisi uno di questi è stata identificato in Sardegna, un'altro tra Gibilterra e le Isole Azzorre, a profondità superiori ai 500 metri. Le larve si uniscono alle correnti di plancton e si lasciano trasportare verso i territori adatti alla loro crescita.

Diffusione: Oceani e Mari


Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali