www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

GIAGUARO

leopardo
Fotografia inviata da: Massimo

Nome scientifico: panthera onca

CLASSIFICAZIONE:
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Felidae

VITA E CARATTERISTICHE:
Lunghezza: 1,1- 1,9 m
Coda: 60-80 cm
Peso: 21-72 kg
Unità sociale: Solitario/coppia
Status: vulnerabile
Habitat: Dall’America centrale al sud America settentrionale

Il giaguaro (panthera onca), grande felide del nuovo mondo, presenta tutte le caratteristiche dei felidi, e pertanto corpo muscoloso e flessuoso, sensi sviluppati, denti e artigli temibili, riflessi scattanti e colore del mantello mimetico. E’ un cacciatore carnivoro specializzato, come così tutti i felini, che sono provvisti di una robusta mandibola, muso breve ed ampia apertura boccale. I canini affilati trafiggono e serrano la preda; i carnassiali frantumano le ossa e incidono i tendini. Gli arti anteriori di ogni felino hanno 5 dita e quelli posteriori 4: ogni dito ha un artiglio arcuato e retrattile per afferrare la preda. Di solito, gli artigli sono tenuti retratti, ma scattano istintivamente all’occorrenza, ad esempio nel caso occorra maggior stabilità o sia in atto una cattura o una lotta.
Il giaguaro assomiglia fisicamente al leopardo (panthera pardus), ma si differenzia da esso per avere le rosette del mantello più larghe e piene, con un marcato centro marron scuro;  ha testa più grande e tozza, zampe più corte e muscolose, corpo più robusto. Preferisce le vegetazioni fitte e le zone ricche d’acqua, come le paludi e le foreste che vengono inondate stagionalmente. Ricordiamo che invece l’habitat del leopardo (Asia, Africa) prevede sovente spazi aperti (es. savane, con clima secco), vegetazione non troppo fitta e rigogliosa, e alti alberi nei quali può portare la preda; è infatti agile arrampicatore.
Il giaguaro, come tutti i felidi, è dotato di buona visione notturna, e si attiva preferibilmente (ma non esclusivamente) la notte, e caccia soprattutto mammiferi di medie dimensioni come daini, tapiri e pecari, ma non disdegna piccoli mammiferi. E’ cacciatore solitario e territoriale, che lascia secrezioni e segnali vocali per difendere il proprio territorio; nel caso tali avvertimenti vengano ignorati da un suo simile, si arriva ad intimidazioni fisiche o veri e propri conflitti, più frequenti tra maschi adulti. Si unisce al partner del sesso opposto solo nel periodo necessario all’accoppiamento. La femmina ha una gestazione di 93-105 giorni, e  resta con i piccoli finchè essi non raggiungono la maturazione e l’autonomia (circa due anni di età) Un giaguaro in buona salute vive circa 20 anni.
Nonostante la protezione legale e la riduzione della caccia per la pelliccia, la sopravvivenza del giaguaro è sempre più a rischio per la distruzione del suo habitat vitale per le minacce continue, le trappole  e lo sterminio da parte degli allevatori di bestiame. 

scheda inviata da Lidia Pisano

Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali