www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Antilope

Antilope

Caratteristiche generali

L'antilope è una piccola specie asiatica la cui particolarità è di possedere quattro corna nei maschi, mentre le femmine ne sono completamente sprovviste. A volte si trovano anche tra i ruminanti domestici come le capre. L'antilope vive in India e a ovest del Bengala ed è comune nelle regioni in cui abbondano colline boscose. Risulta molto difficile scorgerne piu di due alla volta dato che non formano dei branchi e sono animali piccoli timidi e prudenti che scompaiono nella boscaglia al piu' piccolo rumore che sentono.

Caratteristiche fisiche

Il maschio dell'antilope misura circa 85-100 cm all'altezza alle spalle 125-145 cm di lunghezza. Il peso medio è di circa 40-65 kg. La femmina è più piccola (circa la metà): altezza 40-45 cm alle spalle e circa 34 Kg di peso. Le corna del maschio misurano 30-50 cm e terminano con una divisione, mentre quelle della femmina misurano 10-17 cm e non sono ricurve. Il manto è rossastro e la pancia bianca. Il muso presenta delle strisce bianche fino alla gola e una nera che parte dall' angolo esterno degli occhi fino al naso, anch'esso nero. Tutte possiedono una macchia bianca sulla schiena che appare solo,quando sono spaventate. Il nome scientifico latino è antilocapra e spesso l'accezione antilope veniva usata per tutti quegli animali che non rientravano nelle categorie di pecora, capra e bue.

Particolarità

Possiamo distinguere all’incirca 90 specie di antilopi delle quali 15 sono costantemente minacciate. Tra le specie più rinomate annoveriamo qui di seguito: l’antilope bluebuck, il bongo, le gazzelle, il waterbuck, l’addax nasomaculatus, il bontebok, l’antilope alcina, l’antilope tibetana, il springbok, il rhebok, il wildebeest, il gemsbok, l’hartebeest, klipspringer, l’oribi, il roan antilope, il royal antelope,il sable antilope e tantissime altre.
Tutte le antilopi hanno una vista straordinaria. I grandi occhi sporgenti possono muoversi su un arco ampio e percepire movimenti a chilometri di distanza. E' un animale sempre vigile e comunica il pericolo agli altri membri del branco attraverso la macchia bianca sul dorso. Se allarmata, fugge. Il maschio tiene la retroguardia combattendo ogni predatore con le sue corna aguzze. È una delle specie più veloci sulla lunga distanza. La sua velocità media è poco più di 80 km/h, mentre intorno ai 60 mantiene un salutare trotto che può tenere per una buona mezz'ora. Durante la stagione dell'accoppiamento, da settembre a ottobre, difendono il proprio territorio guardando fisso i loro avversari e combattendo solo se necessario. La fecondazione avviene circa un mese dopo il rapporto. La gestazione dura sette mesi; il piccolo nasce intorno a maggio o giugno con un manto senza macchie. Di solito, il primo parto è singolo, mentre i seguenti possono essere gemellari.


Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali