www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

ORSO BIANCO O POLARE

orso bianco o polare
Fotografia inviata da: La Ciurma

Caratteristiche generali
L'orso polare è un animale solitario, si ritrova in piccoli gruppi solo nel periodo dell’accoppiamento. Ha una pelliccia bianca come la neve ed è il più grosso predatore delle zone artiche, vive sui ghiacci galleggianti e sulle banchine. Il ghiaccio offre all'orso una base dalla quale cacciare, la sua preda preferita è la foca. Solitamente si sposta da una zona all'altra del continente in base alle stagioni. E' un ottimo nuotatore e può farlo anche per 100 Km senza fermarsi. Il suo corpo è perfettamente isolato dal freddo grazie alla sua pelliccia e allo spesso strato di grasso sottocutaneo.

Tecniche di caccia e alimentazione
L'orso polare è un animale forte ma non agile, infatti per cacciare a dovuto escogitare alcune tecniche che gli consentono di catturare le prede. Nel periodo invernale, rimane silenzioso e immobile sui ghiacci, finchè le foche non escono dall'acqua per respirare, in quel momento l'orso le sferra una violenta zampata, poi la trascina sul ghiaccio e la mangia. La stagione delle nascite delle foche è una grande occasione, che l'orso polare caccia stanandole dal loro rifugio sotto la neve. In estate, l'orso polare si avvicina silenziosamente alle foche sdraiate sul ghiaccio e quando è abbastanza vicino le colpisce precipitandosi addosso. Sempre durante il periodo estivo, quando raggiunge la terra ferma si nutre di erba, licheni e mirtilli. Durante i periodi caldi mangia tanto per accumulre i grassi che userà nel periodo del letargo invernale.

La riproduzione
L'orso polare si riproduce in primavera, i cuccioli impiegano tre anni prima di essere indipendenti. Per riprdursi i maschi devono combattere fra se perchè le femmine sono poche. I piccoli nascono generalmente fra novembre e gennaio. Pesano circa mezzo chilo, ma crescono rapidamente. I maschi adulti sono aggressivi e possono uccidere i piccoli, perchè possono diventare futuri rivali per l’accoppiamento.

Diffuso nelle regioni Artiche

Notizia stampata il 20 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali