www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

MANTIDE

mantide
Ordine: mantoidei
Famiglia: mantidi

L'ordine dei mantoidei comprende insetti eterometaboli riconoscibili con facilità per il loro caratteristico aspetto. Sono provvisti di un apparato boccale di tipo masticatore. Le antenne, filiformi comprendono numerosi articoli. La mantide ha 5 occhi, di cui 3 piccoli sulla fronte e 2 grandi sui lati. Le mantidi hanno testa molto mobile e zampe anteriori atte a catturare la preda, in particolare mangiano cavallette, vespi e api. Tutte sono carnivore e cacciano all'agguato. E' un predatore che preferisce aspettare pazientemente le prede, anzichè inseguirle. Ne esistono circa 2.000 specie, di grandi e medie dimensioni. La specie più nota è la mantide religiosa. Essa è molto comune in Italia e deve al suo nome alla posizione delle zampe anteriori, sollevate e ripiegate quasi in atteggiamento di preghiera, che assume quando resta in agguato. Le mantidi si accoppiono durante la bella stagione; i maschi che sono più piccoli, si avvicinano cautamente alle femmine, perchè queste non li riconoscono, divorandoli cominciando dalla testa, ma ciò non interronpe l'unione, in quanto i movimenti copulatori del maschio sono stimolati dalla soppressione di un gruppo di nervi posto nella testa. E' un insetto che raggiunge la lunghezza di 40-70 mm; la femmina è più voluminosa del maschio. Esso ha 6 zampe e soprattutto i maschi hanno ali resistenti. La femmina adulta costruisce alcune ooteche nelle quali depone le uova. L'ooteca lunga 40 mm è costituita da una sostanza spugnosa e che si indurisce all'aria ed ha la funzione di proteggere le uova dal freddo e dai predatori.

Notizia stampata il 19 Dec 2014 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali