www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Turco di Van

Turco del lago di Van o Turkish Van, Turk Van o Gatto Turco nuotatore


Origine e storia:
Varietà dell’Angora turco, ma più massiccio di lui, questo gatto deve il suo nome al lago di Van, situato vicino al monte Ararat, in Turchia orientale. Razza felina molto antica, che fu individuata già a partire dal XVIII secolo, secondo alcuni studiosi questi gatti a pelo semilungo sarebbero arrivati dalla Cina al seguito di mercanti che percorrevano la Via della seta. Ma fu solo nel 1955 che un’allevatrice britannica, la signora Laura Lushington, importò due esemplari per iniziare un autentico allevamento in Inghilterra e la razza riscosse un grande successo. Insieme ad altri esemplari importati in tempi successivi, sono diventati i capostipiti della razza in Europa. Il G.C.C.F. l’ha riconosciuta a partire dal 1969 e la F.I.Fe. nel 1971. Dal 1982, il Turco del Lago di Van arrivò negli Stati Uniti, dove la C.F.A. e la T.I.C.A. lo omologarono. Nonostante tutto, questa razza è poco diffusa in Europa.


Caratteristiche fisiche e generali:
Questa razza a pelo semi-lungo presenta un mantello uniformemente bianco con due macchie sulla testa separate da una striscia bianca che non coprono le orecchie e gli occhi, e una coda colorata. Le macchie sono in genere marroni o rosse, ma possono essere anche nere, blu, tortie o tigrate, anche se queste varietà non sono riconosciute universalmente. E' l'unico gatto domestico che non esita a seguire la preda (anche pesci e anatre) in acqua. Longevo, può vivere fino a 18 anni. Gli occhi sono in genere color ambra, ma possono essere anche azzurri o impari. La sua è una tipologia mediolinea, è ben strutturato e piuttosto massiccio. Il peso varia da 3 a 8,5 Kg, le femmine sono più minute. La testa è triangolare, ma non appuntita, con zigomi prominenti e mento solido.
Le orecchie sono vicine e dritte e conferiscono all’animale un atteggiamento vigile.
Gli occhi sono grandi, ovali e un po’ obliqui; a forma di noce o di nocciolo di pesca, sono posizionati leggermente in obliquo con le palpebre cerchiate di rosa. Gli arti sono di media lunghezza, con zampine tondeggianti ed eleganti, munite di cuscinetti rosa e ciuffi di pelo tra le dita. La coda è di lunghezza proporzionata al corpo, ben fornita e spessa; irsuta o a pennacchio. I peli devono essere lunghi come minimo 5 cm. Il colore è continuo su tutta la coda. Il mantello è costituito da peli semilunghi o lunghi, morbidi, setosi, senza sottopelo lanoso. Il turco di Van ha il collare e i calzoni ben forniti in inverno. Il mantello è di un bianco puro. La disposizione delle macchie lungo il mantello, come abbiamo descritto sopra, viene definita come il motivo di “Van”.

Carattere e comportamento:
Gatto non adatto a tutti, presenta un carattere bizzarro e scaltro; grazie alla selezione, mentre era famoso per essere aggressivo, è diventato socievole, in particolare con i suoi simili. Indipendente, di un carattere ben temprato, giocherellone, si dimostra molto affettuoso e spesso possessivo nei confronti dei suoi padroni, si affeziona a tutta la famiglia anche se si lega in particolare con una persona, che sarà l’unica a ricevere affetto e attenzioni; gli altri saranno accettati e, a volte, cercati, ma senza particolari slanci affettivi. Può convivere con altri gatti e cani, a patto di dominarli. Molto attivi e giocherelloni, i Turchi di Van manifestano un particolare coraggio anche in situazioni di pericolo. Questo gatto particolarmente rustico, robusto, vivace, ama nuotare, anche se non lo fa tanto per divertimento, non esita a tuffarsi per inseguire una preda! Il Turco di Van sopporta bene la vita in casa, ma l’ideale rimane sempre tenerlo in un appartamento con giardino. Raggiunge la maturità fisica e sessuale a 2-3 anni. E’ un ottimo compagno, dalla voce moderata. Il suo sviluppo è lento e ci vogliono da 3 a 5 anni per raggiungere la sua bellezza definitiva.

A cura di Eliana Turrisi


Notizia stampata il 20 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali