www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Muchkin

ORIGINE E STORIA:

Al Madison Square Garden di New York, nel 1991, fu esposto un gatto strano dalle zampe corte, cosa che gli valse il soprannome di "gatto teckel" o "gatto bassotto". Già negli anni ’30 dei gatti dello stesso tipo erano stati segnalati in Inghilterra. Ma se ne persero le tracce durante la Seconda Guerra Mondiale. Un esemplare fu descritto a Stalingrado nel 1953. Il nome di questi gatti deriverebbe dai nani Munchkin del paese immaginario di Oz, descritto nel celebre film "il Mago di Oz" di Fleming (1939). Sembra che di questa razza se ne parli già nel diario di un medico, intorno al 1944: egli descriveva un micio nero dalle zampe corte che visse per più di 11 anni, senza nessun problema; anzi, generando prole con la stessa peculiarità. Tuttavia, pare che gli antenati dei Munchkin attuali siano originari della Lousiana (Stati Uniti) e che discendano da una gatta nera, attorno al 1982. Più precisamente, la razza partì da due gatti trovati per strada che presentavano le zampe cortissime. La femmina, Blackberry, era gravida e poco dopo diede alla luce quattro cuccioli, due dei quali presentavano le stesse zampe corte dei genitori. Da questi soggetti prese il via un programma di selezione e allevamento, effettuando incroci con gatti comuni opportunamente scelti. Il gene responsabile dell’accorciamento delle zampe, all’origine di questa mutazione spontanea, è dominante. La particolarità di questa razza, appunto, sono le zampe particolarmente corte. Quelle anteriori sono leggermente più corte delle posteriori. Il carattere genetico "zampe corte", infatti, è sorto spontaneamente, un po' come la giraffa dal collo lungo, e non è opera di manipolazioni genetiche. Gli allevatori hanno deciso di conservare questa caratteristica, allevando e incrociando fra loro i gatti e "fissando" così il carattere che rende tanto speciale la razza. Questa razza è stata, però, riconosciuta solo recentemente (1983) negli Stati Uniti e oggi vengono allevati regolarmente sia nel Paese di origine che in Francia. E' ammesso solo l'incrocio con gatti comuni, a pelo corto e lungo, e che comunque non appartengano ad alcuna altra razza pura. La T.I.C.A. ha riconosciuto la razza nel 1995 e ha pubblicato uno standard lo stesso anno.


CARATTERISTICHE FISICHE E GENERALI:

La caratteristica distintiva di questa particolarissima razza di gatto, come già abbiamo scritto, è la presenza di zampe estremamente corte. Il "gatto bassotto" o gatto Munchkin esiste sia a pelo semilungo che a pelo corto, in entrambi i casi il pelo dev’essere setoso al tatto; sono riconosciuti tutti i colori e i disegni. Oltre alle zampine corte, il Munchkin presenta una testa un po’ triangolare dai contorni arrotondati, il muso sottile, la fronte piatta, le orecchie larghe e dritte e gli occhi grandi, a forma di noce, vispi e vivi; il corpo è largo e la coda è tenuta alta. La taglia di questo micio è media, il suo peso varia dai 2,2 ai 4 Kg.

CARATTERE E COMPORTAMENTO:

Le sue corte zampine, se non intralciano la sua mobilità, non gli permettono di saltare tanto in alto quanto gli altri gatti. Vivace e giocherellone, questo gattino è molto socievole, tanto affettuoso. Adora il suo padrone.

A cura di Eliana Turrisi


Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali