www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

ROUGH COLLIE

rough collie
Scheda e fotografia inviata da: Luna Blu..

Brevi cenni sulle origini del Collie
Il Collie oggi è considerato un cane da compagnia, ma nell'800 era il cane dei poveri, un cane da lavoro adibito alla conduzione delle greggi. Fu solo quando la Regina Vittoria facendo un viaggio in Scozia, vide dei Collies condurre le greggi e se ne innamorò portandone alcuni esemplari nei canili reali, che questi cani cominciarono ad attirare l'attenzione anche delle classi privilegiate. Così iniziò la selezione per migliorare la razza. La prima esposizione alla quale parteciparono dei collies fu organizzata dalla Birmingham National Show Society dove vennero giudicati maschi e femmine tutti insieme. A partire dal 1863 si inizia ad avere notizie dei soggetti iscritti in esposizione, i migliori soggetti nel 1871 furono Old Mec di John Henshell, ed il migliore Old cockie del sig. Waite. Nel 1875 un altro soggetto importante si fa notare Trefoil il padre del famoso campione Charlemagne. In seguito i Collies che vincevano alle esposizioni e i grandi riproduttori con il Campione inglese Christopher furono venduti anche per 1000 sterline, da ricordare che eravamo all'inizio del 1900 e per quell'epoca erano cifre esorbitanti, l'allevamento del Collie fu molto più redditizio dell'agricoltura. Negli anni molti campioni e riproduttori si susseguirono e fecero si che oggi noi possiamo godere del lavoro di quei pionieri ed avere oggi degli splendidi esemplari che calcano i ring odierni con grande prestigio e qualità.

Origine del nome
Molto probabilmente da una varietà di pecore scozzesi che il dizionario inglese Husbandry, pubblicato nel 1743, riferendosi a queste pecore le chiama Colley e le descrive con muso e zampe nere. La parola nero in inglese antico si diceva "col", da qui "collied" per indicare una cosa scura.

Carattere e comportamento
L’aspetto del collie può trarre in inganno, il suo pelo, il portamento , l’espressione sognante fanno pensare che sia un cane altero e distante.In realtà è un cane molto dolce che ama la compagnia dell’uomo. Il collie possiede un carattere del tutto particolare. E’ forse il più fedele dei cani, il più delicato, il più dolce, non a ma la violenza nemmeno verbale, per questa ragione alle volte pare timido , intelligentissimo da sembrare che ragioni come un essere umano. Possiede una forza telepatica particolarmente sviluppata, più di quanto si possa notare nelle altre razze. Il suo ruolo di ausiliare del pastore ne fa un cane che desidera avere un compito da svolgere, e il fatto di vivere in famiglia lo porta ad usare il suo vivo senso della proprietà, soprattutto in ciò che è giusto o sbagliato, cioè riesce a capire quando intervenire, non si scaglierà mai su un visitatore che il padrone farà entrare in casa, ma fermerà un intruso in modo molto convincente dall’introdursi nella proprietà, pur non avendo avuto nessun addestramento specifico. Il collie ha certamente acquisito durante i lunghi anni di stretta collaborazione con il compagno uomo queste qualità che lo fanno il cane perfetto da avere in famiglia, sarà un ottimo e attento guardiano per i bambini molto piccoli, avvertirà la persona anziana che non sente molto bene che suonano alla porta, o squilla il telefono.Chi possiede o ha posseduto un Collie difficilmente cambierà razza, per le grandi doti di questo magnifico cane.

Standard
ASPETTO GENERALE, i Collie deve sedurre per la sua grande bellezza, la dignità, l’impassibilità, nessuna parte del corpo deve essere sproporzionata in rapporto all’insieme.

CARATTERISTICHE, la costruzione deve dare impressione di forza e vitalità, non deve essere né pesante né grossolana. L’espressione è la caratteristica principale. Tutto considerato, deve essere il risultato dell’equilibrio perfetto, dell’armonia del cranio e del muso, della dimensione, forma, colore e posizione degli occhi, della posizione e del portamento corretto delle orecchie.

TEMPERAMENTO, atteggiamento socievole, né timoroso, né aggressivo.

TESTA E CRANIO, le caratteristiche della testa sono da considerare in rapporto alla taglia del cane. Visto di fronte e di profilo, ha la forma di un tronco di cono ben definito. Il cranio è piatto con profili netti. I lati esterni della testa di intuiscono gradualmente e senza salti dall’attaccatura dell’orecchio all’estremità del tartufo sempre nero, senza rilievi dei masseteri e senza muso appuntito. Di profilo la parte superiore del cranio e la parte superiore del muso si estendono in due linee diritte e parallele di eguale lunghezza interrotto da uno stop leggero, ma percettibile. Il punto situato a uguale distanza dagli angoli interni degli occhi (posizione di uno stop corretto) costituisce il centro delle linee mediane della testa. L’estremità del muso è liscia, ben arrotondata, smussata, ma mai squadrata. La mascella inferiore è forte, nettamente definita. La profondità del cranio, misurata dall’arcata sopraciliare alla regione sottomascellare, non è mai eccessiva (misurazione verticale). Il tartufo sempre nero.

OCCHI, gli occhi costituiscono una caratteristica molto importante e danno al cane un’espressione dolce. Sono di grandezza media, mai troppo piccoli, posizionati un po’ obliquamente. Sono a mandorla e di colore bruno scuro, salvo che nei blue merle, dove un occhio, entrambi o una parte di essi sono spesso mazzuoli o macchiati di azzurro. L’espressione è piena di intelligenza e quando il cane è attento, lo sguardo è vivo e vivace.

ORECCHIE le orecchie sono piccole, né troppo vicine, né troppo lontane (né troppo centrali, né troppo laterali). In riposo sono portate all’indietro, ma quando il cane è attento sono portate in avanti e semi-erette, cioè l’orecchio è eretto per i due terzi e la parte terminale che costituisce l’ultimo terzo è naturalmente ripiegata in avanti.

MASCELLA i denti sono di buona grandezza. Le mascelle sono forti e hanno la chiusura a forbice, cioè gli incisivi superiori devono ricoprire gli inferiori a stretto contatto.

COLLO il collo deve essere muscoloso, possente, di buona lunghezza e ben inserito.

ANTERIORE la spalla è obliqua e ben angolata. Gli arti sono dritti e muscolosi, i gomiti non devono essere scollati né troppo aderenti, l’ossatura forte e moderatamente sviluppata. I muscoli dell’avambraccio sono di una certa consistenza. I metacarpi appaiono flessibili ma non deboli.

TRONCO il tronco è allungato rispetto all’altezza al garrese. La linea dorsale è diritta e risale leggermente a livello del rene. Il torace è ben cerchiato. Il petto è disceso e abbastanza largo dietro le spalle.

POSTERIORE gli arti posteriori sono muscolosi a livello della coscia, inferiormente sono ben disegnati e nervosi, la grassella è ben modellata, i garretti sono asciutti e potenti.

PIEDI di forma ovale, con buoni cuscinetti; le dita sono arcuate e chiuse. I piedi posteriori sono leggermente arcuati.

CODA la coda è lunga, le vertebre caudali raggiungono almeno l’articolazione del garretto. E’ portata bassa quando il cane è rilassato, ma l’estremità si incurva leggermente. Quando il cane è in azione la coda può essere portata allegramente, ma mai al di sopra della linea del dorso.

MOVIMENTO, il movimento è una caratteristica di questa razza. Un Collie con un buon movimento non ha mai i gomiti rivolti verso l’esterno, quando cammina i piedi anteriori sono relativamente vicini. Non deve assolutamente incrociare, né rollare. Visti da dietro, gli arti posteriori dall’articolazione al garretto a terra devono essere paralleli, ma mai troppo chiusi. Il posteriore è potente e dà molta spinta. Di fianco il movimento è flessuoso. E’ desiderabile un passo ragionevolmente ampio, che deve anche essere leggero e sciolto.
 
PELO il pelo asseconda il contorno del cane. E’ molto denso, con pelo di copertura diritto e ruvido al tatto. Il sottopelo è morbido, denso fitto come una pelliccia, quasi al punto di nascondere la pelle. Il collare è molto abbondante. Il pelo deve essere corto e liscio sul muso fino all’attaccatura delle orecchie. Alla base delle orecchie il pelo è lungo e soffice. Gli arti anteriori sono provvisti di lunghe frange. Le frange degli arti posteriori sono abbondanti sopra il garretto, ma lisce sotto. Il pelo della coda è molto abbondante.

COLORE i tre colori riconosciuti sono: fulvo e bianco, tricolore e blue merle.
  • Fulvo, tutte le tonalità dal dorato al mogano al fulvo carbonato. Il colore paglia chiara o crema sono indesiderabili.
  • Tricolore, il nero è dominante, con delle focature rosso vivo sugli arti e sulla testa. Le sfumature ruggine sul pelo di copertura sono indesiderabili.
  • Blue merle, è dominato da un blu argentato marmorizzato di nero. Sono da preferire delle focature molto cariche, ma la loro assenza non deve essere considerata un difetto. Grandi macchie nere, il colore ardesia e le sfumature ruggine del pelo di copertura e nel sotto pelo sono indesiderabili.
Macchie bianche, tutti i colori descritti devono avere delle pezzature bianche tipiche della razza, più o meno estese. Il bianco distribuito correttamente è costituito da un collare completo o parziale, il pettorale, arti, piedi ed estremità della coda.

Taglia:
  • Maschi da 56 a 61 cm.
  • Femmine da 51 a 56 cm.
Peso:
  • Maschi da 20,5 a 29,5 kg.
  • Femmine da 18 a 25 kg.
Difetti: ogni variazione a quanto detto precedentemente è da considerarsi difetto e sarà penalizzata in ragione della sua gravità. NOTA I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale perfettamente discesi nello scroto.


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali