www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

RAFEIRO DO ALENTEJO


Paese d’origine: Portogallo

Classificazione F.C.I.: Gruppo 2 – cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri

Cenni storici ed origini della razza

è una razza autoctona del Portogallo. Il nome di questa razza si deve alla storica regione dell’Alentejo, che si trova al confine on la Spagna. Questa regione del Portogallo è caratterizzata da un clima on grandi escursioni stagionali, con fortissimi caldi estivi e grandi gelate in inverno. Essendo autoctona non c’è da dire molto sulla sua storia; la razza si è evoluta autonomamente, si dice, senza l’intromissione di sangue estraneo a questa razza. Il Rafeiro do Alentejo è oggi praticamente sconosciuto al di fuori del suo Paese d’origine.

Aspetto generale della razza

cane di grande taglia, forte, rustico e sobrio. Gli elementi di lunghezza prevalgono poco su quelli di larghezza­; è sub-longilineo. Ha una costruzione corporea molto ben proporzionata. La sua struttura è di ottimi rapporti. È un cane che dà l’impressione di stabilità e estrema robustezza.

Carattere e cure

questo è un’eccellente cane da guardia delle aziende e delle abitazioni; utilizzato moltissimo per quest’impiego nella zona dell’Alentejo e viene anche utilizzato per la guardia al bestiame tenuto allo stato brado. Di notte è un cane estremamente vigile e molto sensibile ai rumori. Razza dall’udito finissimo, ma ance gli altri sensi sono molto sviluppati. Durante il giorno il cane è tranquillo, sempre rimanendo minaccioso nei confronti degli sconosciuti. Con il suo padrone si rivela dolce, fedele e incredibilmente docile.

Standard


Altezza: maschi tra i 66 ed i 74 cm

femmine tra i 64 ed i 70 cm.

Tronco: sub-longilineo. Robusto e relativamente raccolto. Ottima linea dorsale e groppa.

Testa e muso: buoni i rapporti anatomici. Rapporto tra cranio e muso 1:1. Stop piuttosto marcato. La pelle della testa non fa rughe. Il cranio è sufficientemente largo e piatto.

Tartufo: sempre grande e di colore nero.

Denti: dentatura completa nello sviluppo e nel numero.

Collo: forte l’incollatura e moderata la lunghezza.

Orecchie: sono inserite a mezza altezza; ripiegate, cadono sulle guance. Sono poco mobili; quando il cane è attento restano ripiegate, si drizzano solo alla, loro base e le pliche in senso longitudinale diventano più marcate.

Occhi: dall’espressione calma, sono di colore scuro, orizzontali, di forma ellittica, piccoli.

Arti: in appiombo perfetto. Gli anteriori sono diritti e con una buona inclinazione dell’omero. I posteriori hanno una buona muscolatura e una angolazione dei garretti sufficiente.

Spalla: con ottima inclinazione e ben muscolosa.

Andatura: molto sciolta, con passo abbastanza lungo.

Coda: inserita ad altezza media, è grossa, lunga e incurvata. A riposo, cade sopra la lunghezza dei garretti; quando il cane è in attenzione si può arrotolare.

Pelle: molto elastica, talvolta abbondante, ma senza eccessi.

Pelo: corto o semilungo; grosso, liscio, denso, è ripartito regolarmente fino agli spazi interdigitali.

Colori ammessi: lupino, fulvo, giallo. Questi colori possono essere abbinati on il bianco, oppure comparire on il bianco, macchiettato, a righe oppure strisce scure.

Difetti più ricorrenti: monorchidismo, criptorchidismo, prognatismo, enognatismo, occhi chiari, testa eccessivamente allungata, cranio stretto, muso troppo corto, mancanza di premolari, mascella deviata, movimento scorretto, andatura scorretta, misure fuori standard, orecchie portate male, depigmentazione del tartufo, angolazioni insufficienti.

By Federico Vinattieri


A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 20 Aug 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali