www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Pastore Catalano

Pastore Catalano
Cane da Pastore Catalano (foto www.perro-de-pastor-catalan.de)

Origine e storia del pastore catalano

Spagna (Catalogna)
Assai comune in Catalogna, questo cane ha origine certo analoga a quella degli altri pastori europei. Il catalano viene impiegato come ausiliario della conduzione delle greggi, attività in cui si dimostra addirittura formidabile: sa evitare con facilità estrema che animali sconfinino in zone coltivate, o che il gregge si disperda. Né il toro più irrequieto, né il puledro più selvaggio gli disobbidiscono. Talora si può osservare come un pastorello, con il solo aiuto di uno o due di questi cani, riesca a condurre un gregge anche assai numeroso, con tale sicurezza, rapidità e precisione di spostamenti da suscitare meraviglia.
Cane originario di Pirenei Catalani, che si è diffuso in tutte le altre zone pastorali della Catalogna grazie alla sua funzione abituale, la condotta del bestiame.

Caratteristiche fisiche

Il pelo del pastore catalano è liscio o leggermente ondulato, lungo e ruvido su quasi tutto il corpo, il colore varia dal bianco crema al nero con peli di colore bianco, nero e crema mescolati. La testa è larga alla base, il muso diritto e corto, il tartufo è nero. Gli occhi sono vicini e di colore scuro, le orecchie sono cadenti sulla testa, coperte da lungo pelo. Il corpo è ben sviluppato e proporzionato, l'ossatura è robusta.



Altezza al garrese
Maschi: 47 - 55 cm
Femmine: 45 - 53 cm

Proporzioni: mediolineo ben conformato, di taglia media, leggermente più lungo che alto approssimativamente nella proporzione di 9 a 8.

Utilizzo: è nella condotta del bestiame che si manifesta la vera natura di questa razza, poiché non solo esegue ciò che gli viene richiesto dal pastore, ma in numerosi casi si mostra capace di iniziativa, dirigendo il bestiame con una facilità meravigliosa e impedendo che qualsiasi capo del gregge si separi dagli altri. Per la sua grande bravura e suo coraggio può essere utilizzato per scopi di guardia. Per la sua taglia, il suo pelo, la sua intelligenza, la sua grande fedeltà ai padroni, può anche essere un eccellente cane da compagnia.

Testa
Testa forte, leggermente convessa e larga alla base, senza pesantezza, ben proporzionata al resto del corpo. La proporzione cranio-canna nasale è di 4 a 3.
Cranio: leggermente più lungo che largo, con solco nettamente marcato nel suo primo terzo, che si appiattisce e resta tale fino all'occipite dove si forma una cresta. Osso occipitale pronunciato. Il profilo superiore del cranio è leggermente bombato e può presentare un corto spazio meno accentuato nella sua parte centrale. I seni frontali sono ben sviluppati, sia in senso longitudinale che trasversale. Arcate sopracciliari ben marcate.
Stop: ben visibile ma non troppo pronunciato.
Tartufo: dritto, proporzionato alla testa, sempre nero.
Labbra: piuttosto forti, corte, di forma quasi dritta e con il labbro inferiore non pendente, fortemente pigmentate di nero. Anche il palato è pigmentato di nero.
Mascelle/denti: denti forti, di buona taglia, bianchi e sani. Articolazione a forbice. Zanne appuntite ammesse nei soggetti da lavoro.
Occhi: molto aperti, espressivi, dallo sguardo vivo e intelligente, rotondi, di colore ambra scuro con le palpebre bordate di nero.
Orecchie: attaccate alte, triangolari, fini e terminanti in punta. Cartilagine di inserimento soffice e non spessa. Cadenti, aderenti alla testa. Relazione fra larghezza e lunghezza di 8 a 10. Ricoperte da peli lunghi che terminano in frange mobili. Per i soggetti da lavoro, sono accettate orecchie tagliate.
Collo: vigoroso, solido, muscoloso, piuttosto corto ma con proporzioni che gli permettono una buona mobilità. Bene attaccato alle spalle.

Corpo
Leggermente allungato, forte, muscoloso, fornisce un'impressione di forza e agilità.
Garrese: evidente
Dorso: linea dorsale dritta, non insellato, con una leggera elevazione della groppa che, in ogni modo, è uguale o leggermente inferiore a quella del garrese. Questa differenza al primo sguardo può sembrare favorevole alla groppa, a causa della quantità di pelo e sottopelo da cui è coperta.
Petto: largo, ben sviluppato, disceso fino al livello dei gomiti. Costole arcuate, non piatte per offrire una buona capacità toracica in vista del lavoro.
Regione lombare: addome leggermente retratto, con fianchi e corti, ma forti e ben marcati.
Groppa: robusta, muscolosa, leggermente inclinata.
Coda: attaccata piuttosto bassa, può essere lunga, discendendo leggermente al di sotto il garretto, oppure corta, con lunghezza inferiore a 10 cm. Vi sono anche soggetti anuri e, per i cani da lavoro, si ammette la coda tagliata. Quando il cane è a riposo, la coda è pendente. Presenza di un uncino nella parte inferiore. Possibile la forma a sciabola. In azione viene rialzata allegramente, ma senza arrotolarsi sul dorso. Abbondantemente coperta da peli leggermente ondulati.

Arti anteriori
Forti, asciutti, dritti, con buoni apppiombi, visti sia da davanti di profilo.
Proporzioni: la distanza gomito-garrese è pressoché uguale a quella dal gomito al suolo.
Spalle: muscolose e forti, leggermente oblique.
Braccio: forte e muscoloso con gomiti paralleli, non chiusi né aperti.
Angolo scapolomerale: circa 110 °.
Avambraccio: verticale, forte, ben disposto per il lavoro.
Angolo omeroradiale: circa 135 °.
Carpi e metacarpi: piuttosto corti, con la stessa verticalità dell'avambraccio.
Piedi anteriori: ovali, cuscinetti neri e duri, membrane interdigitali sviluppate e coperte da molto pelo, unghie nere e forti.

Arti posteriori
Forti, muscolosi e ben in appiombo, con impressione di potenza e agilità.
Cosce: lunghe, larghe e muscolose, con ossatura forte.
Angolo coxo femorale: circa 115 °.
Gamba: con ossa e muscoli forti.
Angolo fenolo tibiale: circa 120 °.
Garretto: ben disceso. Garretti paralleli e ben in appiombo.
Angolo del garretto: circa 140 °.
Metatarsi: piuttosto corti, forti e verticali.
Piedi posteriori: identici a quelli anteriori, ma dotati di doppi speroni con osso, di inserzione bassa. Questi speroni sono uniti tra loro e al primo dito del piede da una membrana.

Andature: elastiche, tipiche del cane da pastore. Il galoppo non viene raggiunto se non su grandi spazi, ma negli spazi ristretti l'andatura tipica è un trotto corto, con l'andatura particolare dei cani dotati di speroni.

Pelle: piuttosto spessa, tesa su tutto il corpo e sulla testa. Ben pigmentata.
Pelo: lungo , piatto o poco ondulato, ruvido, con abbondante sottopelo soprattutto nelle parti posteriori. Sulla testa sono presenti una barba, mustacchi, un toupet e sopracciglia che non ostruiscono la vista. Coda ben dotata di peli, come tutte le estremità. Caratteristica la muta del pelo: si effettua in due tempi, dapprima la parte anteriore e poi quella posteriore, per poi diventare uniforme.
Colori: Visto da lontano il cane sembra un monocolore, che può avere tonalità più chiare alle estremità. Osservandolo, si nota che il colore viene dato dalla mescolanza di più peli di differenti tonalità: fulvo, bruno più o meno rossastro, grigio, bianco e nero. I colori di base sono i seguenti:
Fulvo: nelle sue sfumature chiare, medie e scure.
Sabbia: con peli marrone, fulvo, bianco e nero anche in tutte le sfumature chiare, medie e scure.
Grigio: formato da peli bianchi, grigi e neri con sfumature che vanno dal grigio argento al grigio nero. Vi sono anche cani con mescolanza di peli neri, fulvi e sabbia rossastro, che possono dominare in una o più parti, dando l'impressione di soggetti neri focati. Non sono ammesse macchie bianche o nere. Possono essere tollerati peli bianchi, raggruppati in una stella pettorale, o nella parte superiore delle dita, ma non accompagnati da unghie bianche

Difetti
Ogni scarto da quanto sopra deve essere considerato un difetto da penalizzare in funzione della sua gravità

Testa piatta o senza solco
Orecchie a rosa o attaccate male
Orecchie con cartilagine di inserimento spessa
Orecchie lunghe o staccate
Occhi chiari
Mancanza dei due premolari
Leggero prognatismo
Dorso insellato
Arti o piedi deviati
Qualche unghie bianca
Mancanza di un osso negli speroni o speroni semplici

Difetti eliminatori
Mancanza depigmentazione nelle labbra, tartufo, palpebre o palato
Tartufo marrone
Occhi blu
Macchie bianche
Mancanza di più di due premolari o di altri denti
Coda arrotolata sul dorso
Mancanza di speroni o membrane interdigitali
Tutte le unghie bianche
Taglia fuori standard di oltre 3 centimetri in più o in meno
Testa con aspetto di Pastore dei Pirenei o della Brie
Prognatismo superiore o inferiore
Monorchidismo o criptorchidismo
I maschi devono avere i testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.

Carattere e comportamento

Eccellente per la guardia, come cane poliziotto e da guerra, grazie al mantello e alla taglia ridotta, il catalano va sempre più affermandosi come razza di compagnia. Paese di origine: Spagna Altezza media al garrese: 47 cm Peso medio: 16 kg



A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 27 Jul 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali