www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

Volpino italiano

Volpino Italiano

Origine e storia

Stupenda razza troppo poco conosciuta e diffusa, il Volpino Italiano è una delle nostre razze e discende dal ceppo degli Spitz diffusi in tutto il mondo. Anticamente era il compagno dei carrettieri che soleva accompagnare di giorno trotterellando tra le grandi ruote dei carri trainati dai cavalli. Ogni qual volta il padrone sostava presso una delle tante osterie di cui era disseminato il percorso, il nostro Volpino Italiano saliva sul carro e lo difendeva strenuamente contro i malintenzionati: seppure di taglia ridotta (i maschi non superano i 30 cm. e le femmine i 28 cm.) la sua determinazione nell'abbaiare ed i denti che mostrava tenevano a bada il malintenzionato sino all'arrivo del padrone, richiamato da tanto strepito. All’inizio del 1900 entrò nelle grazie delle Signore delle grandi città grazie alla sua avvenenza estetica ed al suo carattere simpaticissimo: per questo motivo fu anche chiamato “Volpino di Firenze” o “Volpino del Quirinale”, a riprova delle sue illustri frequentazioni di quel periodo. Con il passare del tempo e le innumerevoli mode cinofile il nostro bel cagnolino è stato un po’ dimenticato, anche se negli ultimi tempi sembra voler riprendere il posto che gli spetta nel cuore degli Italiani. Il suo aspetto colpisce sicuramente tutti coloro che lo incontrano per la prima volta: una palla di pelo bianco e abbondante dal quale spuntano tre puntini neri, gli occhi ed il tartufo! Per la Cinofilia Ufficiale la Razza Volpino Italiano è classificata nel quinto Gruppo con il n.195.
Paese di origine: Italia

Caratteristiche fisiche

La regione cranica è di forma ovoidale, la direzione degli assi cranio-facciali è leggermente convergente. Lo stop è piuttosto accentuato. Il tartufo è umido, fresco con radici ben aperte, e sempre nero. Il muso, di lunghezza inferiore a quella del cranio, à appuntito. Le labbra sono pigmentate di nero, i denti sono bianchi con la chiusura degli incisivi a forbice. Gli occhi ben aperti, di grandezza normale, denotano attenzione e vivacità. Il colore dell’iride è ocra carico e la pigmentazione dei margini palpebrali nere. Le orecchie corte, di forma triangolare, erette, hanno cartilagine rigida e la faccia interna diretta in avanti. Sono inserite alte e ravvicinate tra loro.  La lunghezza dell’orecchio è circa la metà della lunghezza totale della testa. La lunghezza del collo è pari a quella della testa, è sempre eretto e la pelle è ben aderente. La costruzione del tronco è quadrata,, la lunghezza misurata dalla punta della spalla a quella della natica, è pari all’altezza al garrese. La coda, inserita sulla linea della groppa, è portata costantemente arrotolata sul dorso. La lunghezza è poco meno dell’altezza al garrese.  Gli arti anteriori sono perfettamente in appiombo e paralleli tra loro. Gli arti inferiori, guardati da dietro, devono seguire, dalla punta della natica verso terra, una linea verticale. Sono anch’essi paralleli fra loro.

Il pelo è folto, lunghissimo e diritto, ha tessitura vitrea. Non deve essere cadente. Il tronco dà l’impressione di essere avvolto come da un manicotto, in particolare sul collo, dove forma un ampio collare. La coda è guarnita da pelo molto lungo.

Il colore è bianco unicolore, rosso unicolore e champagne. L’altezza al garrese è da 27 a 30 cm nei maschi e da 25 a 28 nelle femmine. Sono ammessi 3 cm di tolleranza.

Carattere e comportamento

Il suo carattere è delizioso. L'affetto che nutre verso il padrone ed i familiari non conosce limiti, inducendolo a continue manifestazioni di gioia come moine, salti, corse e leccatine alle mani. Un compagno insuperabile per i bambini; infatti pur essendo piccolo non è per nulla timoroso ed è sempre pronto al gioco ed alle affettuosità. Di grande compagnia, è bravissimo anche nella guardia e sarebbe pronto ad abbaiare anche contro un leone, pur mantenendosene a debita distanza! Recentemente è stato riscoperto anche per lo sport ed in particolare per Agility dove il suo audace e vivace temperamento gli consente di primeggiare nella categoria Mini. Un cane completo quindi, con un pregio in più: la sua taglia ridotta ne consente un agevole trasporto pressoché ovunque ed il suo attaccamento al padrone ma soprattutto la gioia che prova nello stargli vicino ne impedisce il rischio di smarrimento. A differenza degli altri piccoli Spitz è sicuramente il più vivace ed attivo.



A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
cani da pastore e bovari
cani gruppo 1
cani pinscher, schnauzer, molossidi e bovari svizzeri
cani gruppo 2
cani terrier
cani gruppo 3
cani bassotti
cani gruppo 4
cani tipo spitz e tipo primitivo
cani gruppo 5
segugi e per pista di sangue
cani gruppo 6
cani da ferma
cani gruppo 7
cani da riporto, da cerca, da acqua
cani gruppo 8
cani da compagnia
cani gruppo 9
cani levrieri
cani gruppo 10
Notizia stampata il 19 Nov 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali