www.animalinelmondo.com
il portale al servizio degli animali

RANA

rana

Caratteristiche generali
La famiglia dei ranidi è quella delle rane vere e proprie. Si tratta di anfibi provvisti di cintura scapolare di tipo firmisterno, cioè le due metà sono saldate estremità con estremità. Le vertebre sacrali hanno apofisi trasversali, generalmente cilindriche, che non sono prolungate, e le dita si presentano sprovviste della falange intercalare. Le specie del genere Rana, il più importante della famiglia, hanno pupilla orizzontale, lingua che si ribalta in avanti per catturare le prede, e denti sui vomeri. Solitamente il timpano è visibile. Le dita delle zampe anteriori sono sprovviste di palmatura, mentre generalmente quelle delle zampe posteriori sono abbondantemente palmate. Il genere vive nelle regioni temperate e calde di tutto il mondo, ad eccezione di gran parte dell'America tropicale e dell'Australia. Alcune specie, come la rana verde, sono anfibie e rimangono sempre in prossimità dell'acqua, mentre altre sono parzialmente arboricole o scavatrici. La rana verde o esculenta, denominata anche rana comune, è una rana acquatica di 12 centimetri di lunghezza, dal muso appuntito e dalle dita palmate. Il dorso è di colore verde smagliante talvolta cosparso di macchie nere, è ornato, ad ogni lato, da una piega ricca di ghiandole, di color bronzo. I fianchi sono macchiati di nero o di bruno scuro. Una livrea dorsale chiara, mediale, si estende dalla testa sino all'ano, ma manca in parecchi individui. Il ventre è bianco, punteggiato di nero e di grigio. Le cosce sono marmorizzate di nero su fondo giallo. Essa vive ai margini degli stagni e dei corsi d'acqua lenti e con vegetazione fitta. Al minimo segnale di pericolo si tuffa in acqua. Si nutre di prede voluminose come grossi insetti, piccoli roditori e giovani rane. L'accoppiamento è di tipo ascellare, vale a dire che il maschio tiene la femmina per le ascelle e ha luogo in giugno. Le uova vengono deposte in grossi ammassi sul fondo dell'acqua. L'ibernazione ha luogo nella melma dello stagno.

La specie è comune in Europa, ad eccezione della penisola iberica e della Norvegia. In Italia è diffusa ovunque.

Notizia stampata il 29 Jun 2017 su www.animalinelmondo.com il portale al servizio degli animali